Inviaci il tuo diario di viaggio e le foto delle tue vacanze a redazione@cafeweb.it

Venezia, una breve guida per chi ha poco tempo

Marco Quintieri

Venezia è una delle città più incantevoli ed emblematiche del mondo.

E non è certamente un caso che, giorno dopo giorno, siano sempre di più i viaggiatori che si dichiarano estasiati dalla sua unica bellezza, e che si domandino quali siano i posti più belli da vedere a Venezia, quando magari non si ha molto tempo da dedicare a questa vera e propria perla turistica italiana.

Effettivamente, stabilire un ordine di priorità per una visita a Venezia è quasi impossibile. Ma come si fa a visitare Venezia, con i suoi 118 isolotti, senza una passeggiata sul Ponte di Rialto? Costruito interamente in marmo, il Ponte di Rialto è probabilmente il punto migliore della città per osservare le gondole e i vaporetti che scorrono su e giù per il Canal Grande. Non solo: quello di Rialto è certamente il più famoso di tutti i 400 ponti di Venezia e una delle principali attrazioni turistiche della città. Progettato da Antonio da Ponte nel XVI secolo, è oggi considerato una meraviglia dell’architettura e dell’ingegneria rinascimentale.

Passate poi in Piazza San Marco, la piazza più conosciuta di Venezia, “incorniciata” da alcuni dei punti di riferimento e degli edifici storici più riconoscibili di Venezia, tra cui la splendida Basilica di San Marco, il glorioso Palazzo Ducale e l’imponente Campanile. Essendo un luogo d’incontro popolare sia per i turisti che per i veneziani, le eleganti boutique e i caffè all’aperto sono piuttosto costosi ma… questo non significa che non si può comunque passeggiare, godersi l’atmosfera e ammirare l’eccezionale architettura (gratis).

Se volete poi ravvivare ogni vostro senso, niente di meglio che puntare la bussola lungo il Canal Grande, e entrare nel Mercato di Rialto. Cuore commerciale di Venezia da più di sette secoli, è ancora oggi uno dei grandi mercati medievali d’Europa ed è il miglior posto in città per acquistare frutta e verdura di stagione, carne fresca e frutti di mare locali. Suoni, odori e colori fanno del Mercato di Rialto (aperto dal martedì al sabato) delle ragioni per poter trascorrere un po’ di tempo nei suoi spazi.

Quindi, non possiamo non dedicare il giusto tempo alla Basilica di San Marco, il cui ingresso gratuito la rende – peraltro – un must assoluto. Splendido esempio di architettura italo-bizantina, la grandiosa chiesa si erge orgogliosamente all’estremità orientale di Piazza San Marco, a ricordo del glorioso passato di Venezia. L’esterno è bello ma… forse non quanto gli interni, dove opere d’arte, gioielli e mosaici dorati scintillanti adornano ogni metro quadrato, dal pavimento agli altari ai grandi soffitti a cupola.

Suggeriamo infine di andare a vedere Santa Maria della Salute. Costruita nel XVII secolo per celebrare la fine dell’ultima epidemia di peste a Venezia, Santa Maria della Salute è una chiesa cattolica romana dedicata alla Vergine Maria caratterizzata da una grandiosa struttura ottagonale che si trova all’ingresso del Canal Grande e che merita una visita non solo per la sua splendida architettura barocca, quanto anche per i tesori custoditi al suo interno. La sacrestia è piena di capolavori di Tiziano, mentre i favolosi dipinti del Tintoretto celebrano la sopravvivenza della città dalla peste.