Tecniche di massaggio anti cellulite fai da te

Mariella D'Ippolito
Tecniche-di-massaggio-anti-cellulite-fai-da-te

Tecniche di massaggio anti cellulite fai da te

Tecniche di massaggio anti cellulite fai da te. Esistono varie tecniche per il massaggio anti cellulite fai da te, scopriamone qualcuno!

Massaggio con le mani o appositi strumenti, quali, spazzole, guanti di crine. Ricordiamo che il movimento deve sempre partire dai piedi e direzionarsi verso l’ inguine e, particolare attenzione va data alla zona del ginocchio e del girovita, dove il massaggio deve essere effettuato con movimenti lunghi. L’ addome va massaggiato con movimenti a spirale in senso orario intorno all’ ombelico. Gli strumenti adatti ad effettuare massag­gi anti cellulite sono spazzole con setole naturali, ma anche spugne di rafia o prodotti per massaggi a fibre naturali come la canapa o il sisal. Questi trattamenti sono piacevoli e provocare solo leggeri arrossamenti della pelle.

Massaggio a pizzico. Per eseguirlo, pizzicate un cuscinetto di pelle tra pollice ed indice, sollevatelo un pò e rilasciatelo. Questa tecnica di massaggio è particolarmente adatta per la zona delle cosce e dei fianchi, ma anche per l’ addome.

Massaggio a tamburo si picchietta sulla pelle con le mani concave cominciando sempre dal piede e salendo poi in direzione dell’ inguine, oppure partendo dalla mano e salendo verso la spalla e l’ ascella, con moto circolare.

Massaggio a riccio, dove si ha l’ ausilio di una palla a riccio è molto adatta per esercitare un massaggio anti cellulite. Ne esistono di diverse misure. L’ effetto del massaggio aumenta se in seguito si friziona il corpo con un asciugamano imbevuto di aceto di mele (1-2 cucchiai per 3 litri di acqua).

Tecniche-per-il-massaggio-anti-cellulite-fai-da-te

Tecniche per il massaggio anti cellulite fai da te

Docce alternate anti cellulite, dove i differenti stimoli dati dal variare della temperatura dell’ acqua attivano la circolazione e aiutano a contrastare la cellulite. Ogni mattina , durante la doccia,  alternate il getto d’ acqua calda a quello d’ acqua fredda, per attivare in modo ottimale il metabolismo, la circolazione a livello della pelle e il flusso linfatico. Come nel caso del massaggio, anche per le docce alternate si inizia sempre partendo dal piede e salendo poi in direzione dell’ inguine, oppure partendo dalla mano e salendo verso la spalla e l’ ascella.  Un peeling di sale marino sotto la doccia rafforza inoltre l’ effetto depurativo. La composizione del sale marino è mol­to simile a quella del plasma del sangue: contiene calcio, potassio e magnesio, so­stanze che riescono a penetrare bene nella pelle. Il sale marino attiva il flusso linfatico, agisce depurando, riporta al massimo il metabolismo della pelle e sti­mola l’ eliminazione dei grassi nel tessu­to, bruciandoli.