I migliori rimedi naturali per la prostatite

Marco Quintieri

La prostatite è un vero e proprio incubo per ogni uomo in età adulta: a partire dai 50 anni infatti c’è la possibilità che inizino a insorgere a varie patologie più o meno gravi.

La più diffusa è sicuramente la prostatite, l’infiammazione della prostata, che interessa dal 30 al 50% degli uomini in età sessualmente attiva. Quando essa si presenta come cronica è solitamente accompagnata da sintomi spesso riconducibili ad altre patologie, dunque può non essere riconosciuta o scambiata per un altro problema. 

Le cause della prostatite, ovvero i motivi per cui la prostata si infiamma, sono tanti e spesso concomitanti, e vanno dai disordini intestinali alle abitudini alimentari, dalle abitudini minzionali alle pratiche sessuali. I batteri che causano la prostatite sono normalmente presenti nella flora intestinale e da qui provengono a colonizzare le vie seminali. 

Se affetti da questa patologia si tende a vivere il continuo stress che porta una scarsa capacità di urinare, correlata da dolori e continue “passeggiate notturne”. Si avrà quindi un sonno irregolare e interrotto ha spesso altri effetti negativi sulla salute. Se si dorme male per lungo tempo, ci possono essere conseguenze serie e ad ampio raggio. 

Alcune cure piuttosto generali, in particolare quelle legate all’uso di farmaci da banco, portano una serie di effetti collaterali come una diminuzione della libido, un senso di affaticamento e giramenti di testa. Molti, quindi, considerano queste cure come l’ultima spiaggia.

Ci sono però vari rimedi naturali contro la prostatite, che vedremo insieme qui di seguito. 

Dieta apposita

L’alimentazione c’entra sempre, e se si soffre di prostatite è bene tenerne conto perché risulta molto importante. Bisogna evitare gli alimenti speziati, per esempio i cibi che contengono pepe, peperoncino, o altre salse piccanti, privilegiando la frutta, la verdura, i cereali integrali, i semi oleosi, specie quelli di zucca, l’olio extravergine d’oliva e pesci ricchi di omega-3 come salmone, tonno, sardine o sgombri. Un consumo eccessivo di insaccati, fritti e frutta secca, può causare un’acidificazione delle urine, peggiorando la situazione. Alcolici e superalcolici hanno un effetto negativo sulla prostata e possono sia scatenare che aggravare il disturbo. E’ consigliato bere circa due litri di liquidi al giorno tra acqua, tisane o succhi di frutta per diluire le urine e ridurre il loro effetto irritante sui tessuti infiammati, eliminando caffè, cioccolato, coca-cola, tè nero e le bevande gassate che possono causare irritazione o disidratazione. Le vitamine e i sali minerali più importanti per contrastare la prostatite sono la vitamina E, la vitamina C, lo zinco e il selenio. Alcuni alimenti fanno molto bene alla prostata, come i semi di zucca, gli spinaci, la soia e i pomodori.

Integratori naturali

L’utilizzo di integratori in compresse, facili da prendere e naturali, può rivelarsi molto efficace nella lotta alla prostatite. Essi aiuteranno a mantenere una regolare funzionalità urinaria e a evitare le ripetute visite notturne alla toilette. In particolare quelli composti da concentrato di estratto di frutti di Saw palmetto e contenenti zinco, che contribuisce ad un livello normale di testosterone nell’organismo, facilmente reperibili su Wellvita

Tisana miracolosa

Una cura 100 per cento naturale e dagli effetti mirati, vi aiuterà a sconfiggere i problemi alla prostata. Questo per via delle erbe che contiene al suo interno come la radice di Ortica, i fusti di Equiseto, la rizoma di Gramigna e la sommità di Epilobio, un vero e proprio mix perfetto che combina effetti diuretici, remineralizzanti, antibatterici e antinfiammatori. 

Rispetto del proprio corpo

Non c’è modo migliore per stare in salute del rispetto verso il proprio corpo e il proprio organismo. Dare un taglio ai vizi come il fumo e l’alcol, ma evitare anche lo stress eccessivo o le attività troppo faticose, oltre al mangiare in maniera sbagliata e poco salutare.