Come mantenersi in forma con il boxing splash

Caterina Stabile

Boxing splash

Tra le attività wellness da poter praticare in estate a contato con l’acqua ci sono delle interessanti novità come ad esempio il boxing splash, un’attività sportiva che ricorda la box.

Nello specifico si tratta di una versione acquatica della kick boxing che può beneficiare dell’effetto massaggiante dell’acqua su tutto il corpo, visto che il boxing splash si pratica in piscina, con l’acqua che arriva alle spalle. Perché praticare questo workout? Tra i vantaggi offerti da questa attività fisica bisogna segnalare la possibilità di perdere peso, inoltre il boxing splash è un valido alleato per combattere la cellulite, prendendo a pugni in acqua inoltre si tonificano i muscoli ed aumenta la resistenza, chi deve scaricare nervosismo, stress e tensioni può optare per questo workout che funge da valvola di sfogo.

Una lezione completa di boxing splash ha una durata media di circa 50 minuti e nel corso della seduta i partecipanti devono seguire delle precisi fasi, si inizia con il riscaldamento, durante il quale si eseguono diversi esercizi (corsa sul posto, saltelli, ripasso dei colpi base, calci e pugni) si svolge poi una sequenza coreografata di colpi e schivate a ritmo di musica, con il passare del tempo i movimenti diventano più ritmati ed impegnativi. Questa pratica wellness non può essere effettuato senza il ricorso di un attrezzo indispensabile: la Sparring Ball ossia la palla da box a cui destinare i colpi, si tratta della classica palla da boxeur caratterizzata da un rimbalzo controllato, che può essere regolata in altezza sia dentro che fuori dall’acqua.

Quando si posiziona dentro la piscina la Sparring Ball deve essere posizionata in modo da emergere per circa metà della sua altezza permettono ai colpi di essere eseguiti sotto la superficie dell’acqua, per garantire il massimo della resistenza fisica senza gravare sulle articolazioni delle gambe che acquisiscono dei movimenti più fluidi e flessibili.