Camminata veloce: le regole da seguire per dimagrire

Caterina Stabile

Camminata veloce: le regole da seguire per dimagrire

Fare attività fisica fa bene alla salute e fa anche dimagrire, ai più pigri gli esperti consigliano di fare almeno 10mila passi al giorno, con questa sana abitudine si possono ottenere diversi risultati positivi: consumare calorie, bruciare i grassi, rilassarsi, abbattere lo stress.

Il fitwalking ossia la camminata veloce può essere considerata un vero e proprio sport, anche se meno impegnativo della corsa, visto che provoca un dispendio energetico utile a bruciare i grassi ed a conquistare un benessere psicofisico ottimale.

Per ottenere il massimo da questa attività fisica motoria completa bastano 30 o 60 minuti al giorno, bisogna poi fare attenzione ad alcuni dettagli: camminata veloce: si raccomanda di camminare velocemente con una postura corretta, appoggiando il tallone e spingere il passo fino alla punta del piede con disinvoltura, oscillando bene le braccia, con un ritmo sostenuto.

fitwalking

Per far diventare il fitwalking un gesto atletico si consiglia di farlo ogni giorno, vanno bene anche 30 minuti, facendo attenzione ad essere regolari può essere utile adoperare un’app per camminare, come ad esempio Runtastic o Pedometro che contano i passi e misurano il tempo di percorrenza. Per poter beneficiare dei vantaggi legati a questa attività fisica è importante essere costanti, in quanto camminare a passo svelto ogni giorno porta ad avere un indice di massa grassa corporea più basso rispetto a chi va regolarmente in palestra; per le persone che hanno da perdere un bel po’ di peso è più opportuno un approccio diverso alternando il ritmo della camminata con intervalli più veloci e più lenti. Questa attività fisica, soprattutto se abbinata ad un regime alimentare ad hoc, non favorisce solo il dimagrimento ma permette anche di rilassarsi riducendo il livello di stress, questo perché camminare all’aria aperta viene considerata una pratica di medicina preventiva capace di contrastare non solo lo stress ma anche l’ansia e la stanchezza.