Benefici del gynostemma: Pianta erbacea del sud-est della Cina

Caterina Stabile

Benefici del gynostemma: Pianta erbacea del sud-est della Cina

Il gynostemma, noto in oriente con il nome di jiaogulan, è una pianta erbacea perenne che cresce spontanea nel sud-est della Cina, sul monte Fanjing, a cui si possono attribuire tante proprietà benefiche già menzionate negli antichi testi di medicina cinese.

La sua ricchezza di principi attivi le ha conferito l’appellativo di erba dell’immortalità o della vita eterna, in particolare in essa si concentrano numerose saponine triterpeniche, flavonoidi e gypenosidi che rendono questo rimedio naturale un prezioso alleato capace di stimolare le difese immunitarie.

Una pianta adattogena in grado di potenziare le difese dell’organismo, utile contro lo stress, efficace per combattere ansia e nervosismo


Si tratta infatti di una pianta adattogena in grado di potenziare le difese dell’organismo, è anche utile contro lo stress, possedendo proprietà sedative efficaci per combattere ansia e nervosismo. Inoltre il gynostemma ha proprietà immunostimolanti, specificatamente quindi aumenta la risposta immunitaria e contrasta virus, funghi e batteri, sono da avvalorare le sue virtù antitumorali in quanto ridurebbe la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. Si raccomanda l’assunzione della tisana a base del fitoestratto se si ha la necessità di migliorare la memoria e le funzionalità cerebrali. Tra gli altri benefici della pianta va segnalato l’effetto anti-age da ascrivere alla presenza di gypenosidi che contrastano i radicali liberi, queste sostanze antiossidanti rallentano efficacemente quindi i processi di invecchiamento cellulare. Come rimedio green si consiglia l’applicazione topica dell’infuso di gynostemma per beneficiare del suo effetto antinfiammatorio utile per alleviare il dolore causato dall’artrite, da alcune malattie infiammatorie croniche ed autoimmuni. In quanto aumenta la funzionalità del fegato si consiglia ai pazienti colpiti da malattie epatiche, di fatto il gynostemma migliorando le funzionalità del fegato, in particolare la capacità epatica di inviare zuccheri ai muscoli e così favorire la produzione di energia. Questo ingrediente orientale è in grado di regolare il metabolismo dei lipidi, riducendo i livelli di grasso nel sangue per cui aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo ed i trigliceridi, nello specifico sono le saponine presenti negli estratti della pianta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo. La pianta originaria del sud-est della Cina può essere assunto anche dai soggetti colpiti da diabete in quanto controlla la glicemia regolando positivamente i livelli di zucchero nel sangue.