Alimenti fermentati: I super food salutari di tendenza

Caterina Stabile

Alimenti fermentati: I super food salutari di tendenza

Nella lista dei super food salutari di nuova tendenza, hanno conquistato grande centralità gli alimenti fermentati che possono essere inseriti nel proprio regime alimentare per beneficiare di diversi effetti positivi.

Cibi-fermentati

Si possono mangiare differenti tipologie di prodotti sottoposti a processo di fermentazione, che viene scelto ad hoc per preservare le qualità nutritive possedute dall’alimento, in genere il prodotto viene privato dell’ossigeno e poi lasciato macerare in sale oppure aceto in aceto il tempo necessario, in altri casi la fermentazione avviene in maniera più naturale facendo attivare i fermenti.

Queste sostanze sono in grado di migliorare la regolarità intestinale giocando un ruolo fondamentale anche per quanto riguarda la digestione, a queste sostanze si combinano poi delle fonti preziose di vitamine in particolar le vitamine C e B dall’azione antiossidante utile per favorire un effetto detox.

Da diversi studi scientifici sono state ribadite le proprietà salutari di questo genere di alimenti che invitano a seguire un’alimentazione naturale nella quale inserire cibi fermentati che stimolano non solo la flora batterica buona ma anche le difese immunitarie visto che aiutano a fortificare il sistema immunitario e le ossa. L’elenco dei cibi fermentati include non solo i comuni alimenti sottoposti a processi di fermentazione come yogurt, pane, formaggi erborinati, vino e birra, ma anche degli ingredienti non canonici della cucina italiana. Un altro alimento fermentato ottimo per la salute è rappresentato dai crauti: il cavolo cappuccio tagliato a strisce deve essere lasciato in acqua e sale in condizioni anaerobiche; da questo processo di fermentazione si sviluppano delle vitamine preziose per la digestione. Sta iniziando ad essere apprezzato anche sulle nostre tavole il kimchi, un mix di verdure fermentate (cavolo, ravanelli, zenzero), gamberetti saltati e salsa di acciughe ricca di antiossidanti, fibre e sodio. Anche dalla soia si ricavano dei derivati che sviluppano fermenti come nel caso del miso, una pasta derivata dalla soia gialla che insaporisce verdure e zuppe; il riso è utile poi per abbassare i livelli del colesterolo garantendo una buona fonte di lecitina. È molto apprezzato anche da noi il kefir, un latte fermentato ricco di probiotici, proteine, minerali e vitamine, da gustare con frutta e cereali in sostituzione del comune yogurt. Si raccomanda anche il consumo quotidiano di una bevanda esotica come il kombucha, una speciale miscela di te cinese con aggiunta di aceto di mele, zucchero e un fungo contenente probiotici.