Abhyanga: Il massaggio dagli effetti benefici

Caterina Stabile

Abhyanga: Il massaggio dagli effetti benefici

Per combattere lo stress fisico e mentale e così sentirsi leggeri e rigenerati la medicina ayurvedica propone diversi trattamenti benefici tra cui il massaggio abhyanga che mira a ripristinare squilibri di tipo energetico che intaccano la persona nella sua completezza.

Si ha la possibilità di eseguire un trattamento ad hoc in base alle esigenze di ogni soggetto, di fatto il massaggio può essere eseguito in modo differente, per ottenere effetti variabili attraverso la modulazione di pressioni e movimenti su misura.

Dal punto di vista strettamente legato alla medicina tradizionale il trattamento tende a riequilibrare due dei tre dosha, sostanze vitali che supportano l’apparato psico-somatico: vata e pitta

Perché, come diceva Eraclito, tutto si muove e nulla sta fermo. Così come l’energia, i bisogni e le esigenze di ogni organismo. Si raccomanda di sottoporsi a tale trattamento se si vuole non solo ripristinare uno stato di salute perfetta ma anche di conservarlo più a lungo, in particolare questo tipo di massaggio ayurvedico permette di stimolare un rapporto armonioso tra corpo, mente e respiro; il massaggio abhyanga si raccomanda non solo per alleggerire le tensioni ma anche eventuali dolori. Dal punto di vista strettamente legato alla medicina tradizionale il trattamento tende a riequilibrare due dei tre dosha, sostanze vitali che supportano l’apparato psico-somatico: vata e pitta. Il massaggio pitta (fuoco) agisce sulla sfera emozionale che si stimola attraverso l’esecuzione di movimenti delicati paragonabili a delle carezze lente che si concentrano nella zona del plesso solare per terminare verso le estremità. Mentre il massaggio kapha (acqua e terra) mira ad agire come trattamento stimolante che riattiva in questo caso la manualità di esecuzione prevede movimenti di impastamento e pompaggio per esercitare pressioni e movimenti dall’andamento ondulatorio sui muscoli. Dal momento che la sede di kapha è nei polmoni, i movimenti di manipolazione si irradiano di solito verso il torace effettuando però un pompaggio delicato. Si può eseguire il massaggio ayurvedico pitta-vata attraverso l’esercizio di manovre circolari rilassanti che coinvolgono diverse aree del corpo quali: schiena, braccia, collo, sterno e plesso solare. Assume grande importanza questa sede del corpo definita chakra Manipura, in quanto centro della volontà e della realizzazione personale, si può attivare questo distretto se si ha la necessità di sciogliere blocchi di tipo emozionale.