Vacanze: Attenzioni alle allergie

La-puntura-dell-ape_h_partb

Siamo entrati ufficialmente in clima vacanziere e molti pensano che sia finito il periodo dedicato alle allergie. In realtà gli specialisti della Società Italiana di Allergologia lanciano un allarme a tutti, ricordando che anche in estate le allergie sono presenti.

Lo sapete che le meduse, gli insetti e le creme abbozzanti sono le principali fonti di reazione allergiche per chi va al mare? Il dato è stato confermato dalla Siaaic e la maggior parte dei problemi sono causati da api, vespe e calabroni. Il quadro è grave, la percentuali di allergie si manifestano nel 19% dei casi e a peggiorare la situazione ci pensano le punture degli insetti.
Come evitare di essere punti? Cercate di non indossare abiti dai colori sgargianti o con disegni floreali. Evitate anche i movimenti bruschi se un insetto si avvicina a voi e non utilizzate cosmetici profumati come la lacca per capelli ed essenze odorose.
In acqua il pericolo maggiore è scatenato dalle meduse, la puntura di questi abitanti marini è dolorosa e fastidiosa. Se siete allergici cercate di star calmi e di respirare normalmente, uscite immediatamente dall’acqua, lavate la parte colpita con acqua di mare ( non utilizzate altri metodi perché rischiano solamente di infiammare maggiormente la pelle.
Infine, attenzione anche alle creme solari, spesso causa principale di reazioni irritanti e fotoallergia per le essenze in esse contenute. I casi sono rari ma in costante aumento quindi meglio fare attenzione e prima di applicare i prodotti su tutto il corpo, cercate di testare la crema solo su una piccola zona per verificare la formazione di un’allergia anche pericolosa.
Acquistate solo prodotti naturali e lasciar perdere le creme da sole commerciali, spesso piene di ingredienti allergenizzanti.