Guida al bagnetto dei neonati

Caterina Stabile

Guida al bagnetto dei neonati

Attorno al primo bagnetto del proprio bambino si concentrano preoccupazioni ed un po’ di ansia dovuti all’inesperienza delle neo-mamme che temono di fare qualcosa di sbagliato.

Ci sono delle accortezze che devono essere seguite per garantire la massima sicurezza del neonato al contatto con l’acqua offrendo così al piccolo un momento di rilassatezza e benessere.

Tra gli strumenti indispensabili che permettono di creare un’atmosfera positiva è necessario acquistare una vaschetta sicura e funzionale, in grado di ospitare il corpicino del neonato in maniera ottimale, i modelli di ultima generazione permettono al neonato di rimanere in posizione fetale.  Oltre alla vaschetta per il bagnetto si deve tenere a portata di mano tutto ciò che serve per lavare, asciugare e rivestire il piccolo. Bisogna poi fare molta attenzione alla temperatura dell’acqua che deve attestarsi tra i 35 e i 37 gradi centigradi, tenendo conto inoltre della temperatura ambientale che dovrà mantenersi tra i 23 e i 25 gradi per evitare un eccessivo sbalzo termico che possa causare una maggiore esposizione al freddo. Per preparare il neonato al contatto con l’acqua è bene procedere gradualmente partendo con l’assumere una posizione di sicurezza e distensiva, si deve sostenere il piccolo con un braccio facendo attenzione a mantenere la testa ben appoggiata all’interno del gomito. Per far sentire il piccolo a proprio agio durante il bagnetto si consiglia di parlargli o cantargli canzoni che abitualmente ascolta.

Come-fare-il-bagnetto-ai-neonati

Si può procedere con il far scorre l’acqua sulla testa per lavarla delicatamente con uno specifico prodotto shower per neonati, e poi risciacquare accuratamente con dolcezza eseguendo un massaggio a livello del cuoio capelluto. Si può a questo punto lavarlo usando una spugnetta imbevuta con poco detergente soft cominciando dal petto per arrivare ai piedini. Dopo aver risciacquato tutto il corpo, si deve sollevare con dolcezza il bimbo per avvolgerlo in un asciugamano in materiali naturali per evitare irritazione oppure arrossamenti. Una volta asciugato con cura si può rivestire il bambino, meglio non utilizzare nei neonati talco o colonia responsabili spesso di episodi di allergie; il piccolo deve essere vestito partendo dall’alto per evitare la dispersione di calore corporeo attraverso il petto e la schiena.