Fitness in gravidanza: attività fisica con il pancione

Caterina Stabile

Fitness in gravidanza: attività fisica con il pancione

Durante la gravidanza le donne possono dedicarsi alla pratica di specifiche attività fitness che non solo possono favorire un maggiore benessere fisico della donna ma anche prepararla al parto.

Le attività fisiche che si possono tranquillamente svolgere durante i mesi di gestazione se praticate correttamente sotto la guida di un trainer possono garantire diversi vantaggi alla donna, in quanto permettono di rinforzare i muscoli addominali e quelli pelvici, di limitare il gonfiori e di attenuare i dolori dorsali dovuti all’ aumento di peso. Tra le diverse pratiche fitness che vengono raccomandate alle donne in dolce attesa ci sono principalmente lo yoga ed il fitwalking, naturalmente la scelta dell’attività fisica da svolgere in gravidanza, dipende dalle condizioni  fisiche della gestante e delle sue abitudini sportive, ed infatti si raccomanda a chi ha sempre svolto una regolare attività fisica di proseguirla, con le dovute cautele, anche con il pancione se le sue condizioni di salute lo permettono. Sono indicate delle attività fitness che allenano gli addominali con lo scopo di sostenere la colonna vertebrale che è sollecitata dal peso della pancia, tonificando i muscoli si mantiene dritta la colonna vertebrale evitando di farla soffrire.

Dopo il primo trimestre di gravidanza, quando la pancia incomincia a farsi notare è importante mantenere il buon tono muscolare, attraverso la costante pratica di una semplice attività aerobica come ad esempio la camminata a passo un po’ sostenuto (fitwalking); non si deve eccedere ma procedere gradualmente per non andare mai in affaticamento, è quindi meglio iniziare piano e poi aumentare la durata e l’intensità: una donna non allenata può camminare lentamente tre volte a settimana per 20 minuti fino ad arrivare ad un’ora ad un passo più spedito anche tutti i giorni. Si raccomanda anche alle future mamme un’attività in acqua come l’acquagym oppure il nuoto, questo perché nell’elemento liquido manca la forza di gravità e non c’è il peso del corpo quindi non si stressano le articolazioni, si beneficia poi del massaggio dell’acqua e si tengono in esercizio i muscoli che sostengono la colonna vertebrale.