Moda autunno inverno 2013: Giorgio Armani

Caterina Stabile
moda-autunno-inverno-2012-2013-Giorgio-Armani,moda inverno 2013

Sfilata Armani Paris haute couture

Moda autunno inverno 2013: Giorgio Armani. La donna di Armani sceglie di seguire il minimalismo e l’eleganza affidandosi ad un abbigliamento dal taglio e dal materiale ricercato, ma senza troppi decori. L’alta moda di Giorgio Armani presenta modelli eleganti ma allo stesso tempo comodi. La maison punta sul classico binomio giacca-pantaloni. Infatti il capo cult della collezione sono proprio i pantaloni, che re Giorgio reinterpreta con la sua creatività facendoli assurgere al simbolo del moderno orizzonte della moda. Non importa se larghi, di seta, di velluto, di lana, la loro classe è sempre visibile. La loro aura elegante li accompagna mentre scendono morbidi e fluttuanti sulla scarpa dallo stile maschile, e mentre salgono oltre il fianco e stringono la vita accentuando le forme. I pantaloni rappresentano un elemento al quale la donna moderna, molto pratica e disinvolta, non riesce a rinunciare.

Declinati in toni pastello, oppure bianchi, o neri, diventano anche preziosi quando su di essi campeggia una miriade di paillettes luminose. Giorgio Armani poi li abbina con giacche, soprabiti e cappottini per proporre diversi look per ogni occasione. Nella sua collezione Privè autunno inverno 2012-2013 i pantaloni sono gli interpreti di un glamour femminile che si serve anche del guardaroba maschile. Una donna moderna che evita di indossare i tacchi per essere più comoda. Così i pantaloni femminili della sfilata di Giorgio Armani Privé sono il capo d’abbigliamento attorno al quale ruota l’intera collezione couture considerata una delle più belle collezioni dello stilista, che si proietta verso le novità del tempo in cui viviamo proponendo una haute couture che esprime un’influenza dichiaratamente moderna. Prima della sua sfilata Privè i pantaloni non erano entrati nel vocabolario della couture.

Giorgio Armani ha voluto comunicare un significato diverso del lusso più vicino alla normalità mettendo in passerella i pantaloni che sono la base per costruire un look chic e iperfemminile nel quale prendono parte giacche ampie allungate oltre i fianchi e corte a bolero, cappottini leggeri e soprabiti a trapezio che presentano arricciamenti sul dorso. Accanto ai pantaloni si vedono anche abiti lunghi che cadono diritti, gonne a portafoglio nere foderate di bianco, tute ricoperte di paillettes, camicette-blusa lavorate e colorate come un quadro di Mondrian, tute di lana nera indossate con una mantella, ed ancora abiti neri monospalla, soprabiti di seta a grandi fasce colorate.

La collezione Giorgio Armani Privè autunno inverno 2012-13 si illumina dei colori della luce dell’alba e del tramonto: azzurro, lilla e mauve evocano il mattino; fucsia e blu elettrico invece annunciano il calare della sera; mentre il blu scuro dà il suo benvenuto alla notte. I colori delicati lasciano spazio a quelli serali, più decisi e vivaci, con casacche e coprispalla color blocking; gli abiti lunghi si illuminano delle tonalità dei paesaggi  di una notte stellata, con una predominanza per la seta sfumata. Anche il velluto nero, riscoperto soprattutto sotto forma di pantaloni ampi, è un must have per la prossima stagione.

Una sfilata in cui si è assistito ancora una volta ad una lezione di stile e raffinatezza grazie all’estro creativo di Armani davvero inconfondibile ed inesauribile. In cui si è fatta strada una sofisticata e chic sobrietà: l’unico accessorio che impreziosisce il look della donna Armani è una clutch o una discreta veletta che impreziosiscono una collezione già affascinante e sorprendentemente elegante ma senza ostentare un lusso sfrenato.

[adsenseyu2]

Gallerie Foto