Orologi Armani: conosciamo meglio lo smartwatch

Marco Quintieri

I marchi di moda ormai hanno accolto gli smartwatch: una dimostrazione evidente è quella dell’Emporio Armani Connectet, tra i modelli più affascinanti visti negli ultimi tempi. Chi è alla ricerca del miglior orologio Armani del 2019 può trovare una risposta in questo esemplare, realizzato con la collaborazione del Gruppo Fossil e caratterizzato da un design più che accattivante. Disponibile a un prezzo di 419 euro, trova nell’eleganza uno dei suoi punti di forza più evidenti, mentre la docking station che viene messa a disposizione per la ricarica consente di avere la batteria sempre al massimo.

Uno smartwatch bello

Non si sbaglia se si definisce questo orologio Armani semplicemente bello: si tratta di uno smartwatch molto raffinato, una caratteristica a cui contribuisce anche lo spessore modesto, anche se qualche effetto collaterale si può ravvisare dal punto di vista delle performance della batteria. Non ci sono particolari che scricchiolano o che vacillano, mentre la lavorazione è più che buona: insomma, tutto concorre a dare l’idea di un prodotto di alta qualità. Il cinturino in metallo è adatto anche alle occasioni più formali e può essere sfoggiato in una grande varietà di contesti: suscita una buona impressione la chiusura integrata, anche perché dà la sicurezza che non si potrà mai aprire in modo accidentale. I 43 millimetri di diametro del quadrante appaiono più che accettabili.

Come è fatto

Ma come è fatto questo smartwatch? Sono appena tre i pulsanti che permettono di gestire le molteplici funzioni che contraddistinguono l’orologio Armani in questione. Si tratta, in particolare, di una corona, di un tasto collocato sopra e di un tasto collocato sotto. La corona corrisponde al tasto home e permette di scorrere i menù: per farlo è sufficiente ruotarla. Tale prerogativa non è esclusiva di questo modello, ma ormai si vede spesso in numerosi smartwatch. Con gli altri due pulsanti, poi, è possibile aprire le varie applicazioni.

Le funzioni

La frequenza del battito cardiaco viene misurata attraverso i sensori che sono posizionati sul lato inferiore dello smartwatch, mentre il display misura 1.8 pollici ed è dotato di un pannello AMOLED che assicura una visibilità eccellente anche con la luce diretta dei raggi del sole. L’Emporio Armani Connected è senza dubbio un orologio leggero, da indossare sia in occasioni speciali che quando si fa sport, sotto la tuta: permette di evitare tutte le controindicazioni che in genere sono associate agli orologi che presentano una cassa eccessivamente ingombrante. Nessun rischio con questo indossabile, che ha la capacità di adattarsi senza problemi a qualsiasi genere di abbigliamento. Il controllo automatico della luminosità è sinonimo di praticità e di comfort nelle situazioni più varie.

Wear OS

Il funzionamento dello smartwatch è correlato a Wear OS, programma che non ha subìto particolari adattamenti da parte del produttore: non è certo una rarità quando si parla di orologi Android. La sola aggiunta che appare degna di nota è quella che riguarda i quadranti, che si rivelano perfetti nel design sobrio dello stile Armani. Nel Play Store le possibilità di scelta sono quasi infinite, con migliaia di quadranti che rendono impossibile non riuscire a trovare una soluzione a cui affezionarsi. Va detto che alcuni analisti del settore giudicano Wear OS 2.0 un sistema caratterizzato da qualche imperfezione, ed è ovvio che questi piccoli difetti si riflettano sull’Emporio Armani Connected: in ogni caso, nulla che comprometta in modo grave le prestazioni che vengono offerte, anche perché la Ram da 512 MB è decisamente sufficiente per un prodotto di questo tipo. Se è vero che lo Snapdragon Wear 2100 non è la soluzione più recente su cui si possa contare, è altrettanto vero che comunque assicura il massimo dell’affidabilità.