Al distributore: bere per credere!

Mariella D'Ippolito

coca-cola-zero

Ma come, un distributore automatico che interagisce con coloro i quali lo “interpellano”, e non solo, anche un pò dispettoso? Ebbene si! E non siamo né su “Candid- Camera”, né su “Scherzi a parte”, ma in uno spot pubblicitario che Coca-Cola Zero ha voluto inscenare per promuovere, nuovamente, la bibita tanto amata dai giovani e mai lasciata da chi non lo è più. Infatti dopo l’esperienza al concerto live e al cinema dove la Coca-Cola Zero veniva celata dal classico bicchiere di carta rosso della Coca-Cola, e poi svelata al pubblico dagli attori, anche per questo nuovo spot si è voluto coinvolgere direttamente il consumatore di Coca-Cola, per far si che l’obiettivo si focalizzasse sul “Gusto” della bibita pubblicizzata e sui benefici della stessa.

“Gusto Coca-Cola, Zero Zucchero” è il claim riassuntivo di ciò che rappresenta la campagna. I protagonisti, studenti di una università romana, si trovano davanti al distributore automatico di Coca-Cola, un po’ dispettoso, il quale dopo aver offerto la bibita con etichetta rossa, ai ragazzi, interagisce con loro coinvolgendoli in scherzi simpatici, gag e giochi divertenti, fino a quando non svela che sotto l’ etichetta rossa della Coca-Cola vi è quella della Coca-Cola Zero. A “beffa” svelata, i ragazzi sono visibilmente increduli, divertiti e soprattutto stupiti per l’aver potuto constatare come effettivamente il gusto della Coca-Cola dall’etichetta rossa, alla Coca-Cola Zero dall’etichetta nera, non differisca assolutamente, semmai, ha in sé dei benefici dati appunto dall’assenza di zucchero, quindi poco calorica. Gli studenti diventano cosi i protagonisti del nuovo video “Coca-Cola Zero, Bere per Credere!“.

Lo spot nasce dalla creatività dell’ agenzia McCann, ed è stato realizzato a cura della Casa di Produzione Think Cattleya.

 


 

Articolo sponsorizzato