Come preparare le bliss balls, lo snack energetico

Caterina Stabile

Come preparare le bliss balls, lo snack energetico

Un’idea interessante per preparare uno snack spezza fame dal grande potere energetico, viene suggerita dalle bliss balls, note anche con il nome di energy balls o di superfood balls.

Si tratta di mini palline dalla forma compatta che in pochi morsi garantiscono un booster di energia all’organismo, dando un appagante senso di sazietà.

Queste vezzose palline energetiche nascono come un dessert a base di ingredienti crudi, ed infatti per la loro preparazione non è richiesta la cottura basta soltanto selezionare gli ingredienti che permettono di dare alla sfera la struttura ed alla superficie un bell’aspetto granuloso oppure polveroso. Tra gli ingredienti da poter adoperare per preparare tanti tipi di bliss balls ci sono soprattutto le granelle oppure le farine ottenute dalla frutta secca, non possono mancare poi cannella, cacao amaro, farina di cocco, semi di sesamo. Una ricetta semplice e basica prevede di frullare insieme datteri e frutta secca e poi cospargere le sfere con del cacao amaro in polvere; di possono anche fare le bliss balls aggiungendo degli ingredienti a piacere come ad esempio il burro di arachidi o quello di mandorle, può essere aggiunta volendo la farina d’avena o quella di cocco. I più golosi possono aggiungere la Nutella ma anche della frutta disidratata come nel caso dei lamponi e delle fragole ma anche albicocche secche oppure datteri ed uvetta.

Bliss balls cacao e cocco

Per cospargere le mini palline si possono anche usare i semi di sesamo, i semi di chia, quelli di zucca ma anche delle polveri ricavate da alimenti comuni che danno un tocco di colore ed una componente croccante. Il passaggio chiave nella preparazione consiste nel mettere tutti gli ingredienti in un robot a lame e frullarli per sino ottenere un composto omogeneo e leggermente appiccicoso in modo che sia facile creare delle sfere da arrotolare nella granella o nella polvere, le bliss balls devono poi messe in congelatore per acquisire compattezza pur rimanendo morbide; va precisato che non occorre farle scongelare e quindi si possono consumare subito.