Scegliere il colore del fondotinta

Caterina Stabile

Scegliere-il-colore-del-fondotinta

Scegliere il colore del fondotinta. Il fondotinta è un cosmetico costituito da un’emulsione in cui sono dispersi pigmenti colorati in percentuale più o meno accentuata. Il suo scopo principale è quello di nascondere eventuali imperfezioni presenti sull’epidermide del viso, rendendo la pelle del volto più uniforme, compatta e luminosa. Inoltre, la sua consistenza crea una barriera fisica contro gli agenti esterni atmosferici e l’inquinamento, poi perché spesso le formule sono arricchite con schermi contro i raggi Uv, responsabili del “fotoaging”: l’invecchiamento da raggi solari. L’ideale per una donna è un fondotinta ad alta performance coprente ma dalla straordinaria leggerezza: la formula vincente e versatile, adatta a tutti i tipi di pelle e che consente di ottenere diversi effetti di trucco.

In passato esistevano in commercio soltanto fondotinta con tonalità rosate, ma oggi tutto è cambiato, le possibilità proposte sono svariate. In commercio esistono innumerevoli tipi e marchi di prodotto, come fare per orientarsi nella scelta del fondotinta più adatto al nostro tipo di pelle?

I criteri che devono guidare la scelta di un fondotinta sono fondamentalmente due: il colore e la consistenza. La scelta del colore del fondotinta riveste una certa importanza in quanto rappresenta la base primaria di un buon make-up.

Il colore della pelle è differente da una persona all’altra e per questo motivo si sono fatti strada diversi colori di fondi che hanno come base o un pigmento giallo o un pigmento rosso; infatti, la nostra pelle appare, in genere, con una colorazione tendente al giallo o al rosa. La scelta del giusto colore di fondotinta tenderà ad accentuare le nuances naturali della nostra pelle.

Per una corretta selezione occorre seguire una piccola prova pratica, stendendo un po’ di fondotinta sul dorso della mano o nella zona della mascella più vicina al collo. Dopo averlo steso con attenzione, il prodotto che risulterà cromaticamente più vicino alla pigmentazione della propria carnagione sarà quello più adatto. Se è il giallo il colore più consono alla propria carnagione allora la pelle ha un sottotono giallo, altrimenti rosa; nel caso donino entrambi significa che la carnagione è neutra.

Bisogna preferire un fondotinta uguale alla colorazione della nostra pelle per evitare pasticci antiestetici: sfoggiare fondi più scuri della pelle che creano una ridicola maschera dal contorno ben evidente. Per ciò che riguarda la consistenza del prodotto, il potere coprente di un fondotinta è determinato dalla quantità di pigmenti colorati in esso presenti, in base a tale classificazione esistono tre tipi fondamentali di fondotinta: fluidi, cremosi, compatti.

Per un make up impeccabile si deve partire da una pelle sana, per ottenere tale risultato è necessaria oltre ad una sana alimentazione che aiuta ad equilibrare il derma anche una corretta pulizia prima e dopo l’applicazione del trucco. Una pelle normale, che non presenta problemi o imperfezioni evidenti, potrà usare qualsiasi tipo di fondotinta.

Se si hanno zone oleose, di solito evidenti sulla fronte, sul naso e sul mento, allora la scelta deve essere più mirata, combinando due tipi diversi di fondotinta: uno matte nelle zone che presentano oleosità ed uno cremoso nelle zone non oleose. Tale combinazione offre una migliore resa.

Chi ha la pelle secca dovrà idratarla il più possibile, e la scelta del fondotinta piegherà per quelli a base d’acqua che aiutano meglio la pelle a rimanere idratata e protetta. I fondotinta fluidi saranno, quindi, più idonei a pelli normali o secche, che necessitano di una maggiore e costante idratazione. Un fondotinta dalla texture cremosa o compatta si adatta principalmente alle pelli normali o grasse, visto che non accentuano ma riducono il fastidioso effetto lucido tipico delle pelli grasse.

Invece, per le pelli acneiche bisogna utilizzare prodotti “non-comedogenici”, cioè prodotti che non disturbano la pelle né la danneggiano: sono prodotti concepiti per non ostruire i pori. La scelta del fondotinta adatto per le pelli acneiche è più delicata, anche perché una pelle acneica può essere oleosa o secca.

In ogni stagione si distinguono nuovi trend, ma a volte è meglio lasciarsi guidare dalle personali circostanze ed esigenze, quindi, la scelta del fondotinta dipenderà molto dal tipo di make up scelto e dalla circostanza. Un piccolo suggerimento: per la stagione calda sarà meglio scegliere un fondotinta illuminante, di quelli che contengono microparticelle iridescenti in modo da dare una luce nuova al viso: una base leggera per uniformare l’incarnato, ed un fondotinta illuminante sulle labbra.

Molte donne usano fondotinta riflettenti la luce di giorno, e matte di sera o viceversa. Ciò che è necessario sapere è come sarà il risultato di un tipo di make up piuttosto che un altro, allora si potrà scegliere consapevolmente. Libertà è la parola d’ordine nella scelta del fondotinta: ad ognuna il suo fondotinta per armonizzare i lineamenti del proprio volto, esaltandone la naturale luminosità.