Il consumatore intelligente: piccole mosse per salvare il tup budget

Marco Quintieri

come-risparmiare

Molto spesso la parte più difficile nell’attuare opulate scelte dedite al risparmio è proprio l’inizio. Come si può capire quali siano i metodi più semplici per risparmiare denaro ed utilizzare i propri risparmi per perseguire determinati obiettivi finanziari?

Il risparmio è una forma mentis: per prima cosa non bisogna pensare alle tecniche di risparmio come operazioni restrittive (nonostante ad un primo approccio possa sembrare proprio così). Stabilire un budget mensile è come attuare un business plan semplificato, ossia un piano di spesa; ricorda che risparmiare denaro non significa necessariamente rinunciare del tutto alle proprie passioni e ai propri “vizietti”, ma significa solo dare priorità a determinati obiettivi finanziari rispetto ad altri.

Il reddito personale ha poca voce in capitolo in questo contesto; tutti possono risparmiare sulle proprie uscite, basta solo acquisire tale forma mentis e diventare un consumatore scaltro ed astuto.

STABILISCI IL TUO BUDGET

Il miglior modo per diventare un risparmiatore opulato, è quello di sedersi, armato di pazienza e volontà, e scoprire dove e come sono direzionate le proprie uscite. È fondamentale capire e organizzare le proprie spese: Affitto? Trasporti? Alimentari? Bollette? Tempo libero?

Una volta creato un quadro chiaro e completo su dove vanno a finire i propri fondi in un mese tipico, si può iniziare ad individuare le tendenze di spesa ed analizzarne le aree critiche. Dopo aver individuato tali zone problematiche, si avrà un’idea migliore su quali miglioramenti apportare, in quali settori della propria vita farlo e, soprattutto, di quanto.

ORGANIZZA IL TUO MENÙ IN ANTICIPO E COMPILA UNA LISTA DELLA SPESA

Organizzare la propria spesa, redigendo un’accurata lista dei cibi e dei prodotti per la casa dei quali si ha effettivamente bisogno, può portare a risparmiare anche diverse centinaia di euro al mese. Inoltre, tenendo traccia degli acquisti tramite le liste della spesa, è possibile intervenire sull’ottimizzazione di tali liste, eliminando prodotti che effettivamente sono poco rilevanti e confrontando diverse marche per lo stesso prodotto.

EVITA ( O LIMITA) I PRODOTTI DI MARCA

Una dei cambiamenti da dover fare per diventare un consumatore saggio ed attento è quello di uscire dalla magia ipnotica creata dai prodotti di marca. Che si tratti di piselli in scatola, biscotti, latte o snack, il fatto che un prodotto costi di più rispetto ad un altro, vuol obbligatoriamente dire che sia migliore? La risposta è no. Il modo migliore per sapere se effettivamente un prodotto poco pubblicizzato sia di qualità pari, o addirittura migliore rispetto al rivale più famoso, è quello di comprarli entrambi e valutarne le caratteristiche. Dopo una prima valutazione, si potrà prendere la giusta decisione per gli acquisti futuri.

ASPETTA I SALDI

Molti articoli dell’uso quotidiano, che non hanno una data di scadenza e che possono quindi essere stoccati in grandi quantità, come alimentari in scatola, articoli per il bagno o cosmetici, saranno sempre articoli ad un prezzo inferiore al solito, quando venduti nei periodi di saldi. È a questo punto che il consumatore avveduto investe un budget leggermente più elevato per farne scorta, in modo da risparmiare cifre anche abbastanza importanti nel futuro.

Questo vale anche per i capi d’abbigliamento: aspettare i saldi di fine stagione per comprare un abito che non verrà utilizzato prima di qualche mese è sicuramente una mossa azzeccata.

FAI VISITA A PIÙ SUPERMERCATI O CENTRI COMMERCIALI

La maggior parte delle persone è abitudinaria; per fare la spesa ci si reca sempre allo stesso centro commerciale o supermercato, vuoi perchè esso sia più vicino a casa, vuoi perchè la commessa è un’amica o perchè le buste di plastica che danno alla cassa sono più belle rispetto ad altri posti. Ma il consumatore intelligente lascia perdere questi dettagli di poco conto e gira, esplora e analizza. I mercati di strada o i mercatini dell’usato ad esempio offrono tendenzialmente tutte le merci che si possono trovare nei grandi centri, ma ad un prezzo spesso inferiore.