Design, tecnologia e sostenibilità: scopriamo la casa delle nuove generazioni

Marco Quintieri

La casa rappresenta da sempre lo specchio di chi la abita, oggi però non ci limiteremo a parlare di una semplice questione di gusti personali, né delle tanto discusse tendenze del momento, che vanno e vengono ogni anno.

Oggi, infatti, la casa diviene soprattutto una questione generazionale e se pensiamo ai Millennials vediamo una generazione probabilmente unica nel suo genere, amante del digitale e con una spiccata personalità. Costoro vedono nella personalizzazione l’epicentro del proprio essere, un fattore che si riflette anche sull’arredo della casa.

Così fra design, tecnologia, le abitazioni di oggi e di domani sono destinate a divergere parecchio dai canoni tradizionali, vediamo come.

I Millennials divisi fra hi-tech, design e sostenibilità

Prima di arrivare alle tendenze d’arredo dei Millennials, è bene capire quali sono le caratteristiche che tratteggiano questa generazione, e siccome i consumi sono sempre lo specchio della società, si inizia proprio da questi.

In tal senso, il Millennial tipo è un individuo particolarmente attento all’eco-sostenibilità, sa che il futuro dipende dalle sue attuali abitudini, quindi cerca uno stile di vita più ecologica con grande consapevolezza.

Inoltre, la nuova generazione ama informarsi, soprattutto tramite il web, perché sa di vivere in un’era votata ai grandi cambiamenti e questi ultimi riguardano, manco a dirlo, anche l’aspetto tecnologico.

Tra le caratteristiche principali dei giovani troviamo infatti una vocazione naturale all’hi-tech, cosa che ovviamente si riflette in modo preponderante sui consumi.

In termini di arredo, dunque, questi primi fattori possono essere così tradotti: uso di materiali green, costruzione di orti domestici in casa e predilezione nei confronti dell’IoT e della domotica. Infine non va dimenticato un elemento come il design, dato che i Millennial sono amanti delle particolarità e dei trend.

Arredamento e Millennials: un consumo digitale

È ovvio che gli elementi visti poco sopra si integrano e si influenzano a vicenda, trovando nel web il fattore di sintesi assoluto: ciò vuol dire che i consumi delle nuove generazioni, oggi, si concretizzano soprattutto attraverso Internet.

Dunque, non fa eccezione il settore dell’arredamento, il quale ha visto una crescita notevole in termini di vendite in digitale. Non a caso, oggi, il 56% degli italiani acquista mobili on line, presso e-commerce di settore (come ad esempio Duzzle). Stiamo parlando infatti di un settore che ha visto nell’ultimo anno un incremento del fatturato pari al +48%, superando i 650 milioni di euro.

Per quanto concerne i gusti in termini di arredo i Millennials apprezzano particolarmente gli elementi di design con dettagli tecnologici di ultima generazion, senza però dimenticare l’importanza del fattore economico, sempre considerato al momento dell’acquisto.

Le case delle nuove generazioni, dunque, sono sempre più hi-tech e votate all’eco-sostenibilità ed il design gioca un ruolo sempre più importante, sempre considerando che ognuno crea la sua casa a propria immagine e somiglianza.