Anche in Italia è scoppiata la mania dei coupons

Marco Quintieri

Che si tratti di codici sconto digitali o di coupons cartacei, poco cambia: anche nel nostro Paese la ricerca degli sconti è ormai un fenomeno diffuso. Dai coupon PAYBACK a quelli di altri brand, sono numerose le opportunità a disposizione dei consumatori: una moda che è cominciata negli Stati Uniti e che da un po’ coinvolge anche l’Italia. Non siamo ancora arrivati al punto di riuscire a fare la spesa quasi gratis come avviene dall’altra parte dell’oceano, ma certo è che risparmiare quando si fa shopping non dispiace a nessuno. Eppure, non è sempre stato così, se è vero che fino ad alcuni anni fa i nostri connazionali sono sempre stati un po’ diffidenti nei confronti dei coupons, ora la situazione è molto diversa.

Cosa ha determinato, dunque, l’inversione di rotta? Di certo il boom dello shopping su Internet, ma anche eventi particolari come il Black Friday e il Cyber Monday che si sono andati ad aggiungere ai normali saldi offline e online. I codici sconto, oggi, possono essere utilizzati, ovunque, dagli e-commerce più grandi ai negozi online più di nicchia: sono uno strumento prezioso sia per chi vende, che in questo modo ha l’opportunità di attirare un numero più elevato di clienti, sia per chi compra, che di certo non rinuncia a una o più occasioni di risparmio.

Il problema della credibilità

Una delle ragioni per le quali il fenomeno coupon ha fatto un po’ fatica ad affermarsi nei primi tempi ha a che fare senza dubbio con la fiducia. Gli italiani non erano molto propensi ad attribuire molta credibilità a chi proponeva i codici sconto, anche per colpa di chi in maniera poco limpida e ancora meno onesta metteva a disposizione sul web sconti che in realtà non potevano essere utilizzati, per esempio perché non erano aggiornati. Con il passare del tempo, comunque, i consumatori hanno acquisito maggiore dimestichezza con il fenomeno, e così hanno messo da parte la diffidenza iniziale imparando a distinguere tra chi meritava fiducia e chi, invece, poteva causare brutte sorprese.

I coupon digitali oggi

I coupon digitali, così, al giorno d’oggi sono apprezzati da milioni di utenti, anche perché sanno garantire una esperienza di acquisto imbattibile sia dal punto di vista della convenienza economica che sotto il profilo della comodità e della praticità. Gli utenti possono approfittare di numerosi vantaggi, non ultimo quello relativo alla facilità di utilizzo: gli sconti digitali, infatti, non sono altro che codici composti da lettere e numeri che devono essere forniti prima di completare un pagamento. Facendo shopping online, dunque, basta digitare (o copiare e incollare) il codice in questione nel box apposito per attivarlo e usufruirne.

Come funzionano i coupons

Le modalità di funzionamento dei codici sconto possono variare in base al tipo di coupon o a seconda del negozio in cui vengono utilizzati: nella maggior parte dei casi essi consentono di beneficiare di uno sconto sul saldo complessivo, o magari di approfittare della spedizione gratuita della merce; in altre circostanze, invece, possono mettere a disposizione un omaggio. Le promozioni ormai hanno convinto anche i più scettici, che hanno capito che non si nasconde nessuna frode dietro la grande convenienza di queste soluzioni, ma solo una strategia di vendita destinata ad avere successo anche perché capace di rendere più interessante l’esperienza di acquisto per tutti i consumatori.

La tendenza è in crescita, e sono soprattutto gli utenti delle grandi città a voler approfittare dei coupon digitali: a Milano, a Roma e a Napoli, ma anche a Bologna e a Torino. A livello regionale, invece, i numeri più significativi sono quelli fatti registrare dalla Lombardia e dal Lazio. Come prevedibile, sono soprattutto i più giovani a ricercare i coupon online.