Proenza Schouler presenta il primo profumo Arizona

Caterina Stabile

Proenza Schouler presenta il primo profumo Arizona

Il primo profumo femminile Proenza Schouler, si lascia ispirare dalle atmosfere naturali e selvagge del west dando vita alla fragranza Arizona, che nella sua creazione ed estetica ricorda le gole ed i promontori del deserto di Sonora in Arizona.

Si tratta di un profumo altamente femminile ed accattivante che promuove l’autenticità dello spirito americano che si lascia lusingare dalla voglia di avventura ed esplorazione.

Gli stilisti Jack McCollough e Lazaro Hernandez, fondatori del brand americano, hanno pensato ad una fragranza da donna che incarna da una parte la natura sauvage e dall’altra una grande artigianalità dando forma ad un jus floreale e minerale. La composizione olfattiva è nata dalla sinergia dei due nasi Carlos Benaim e Loc Dong che hanno costruito con estrema cura due differenti accordi lussuosi che strutturano il cuore di Arizona Eau de Parfum. Il primo accordo prevede una consistenza cremosa grazie alla presenza del giglio fiorentino, considerato l’ingrediente più pregiato della profumeria; mentre il secondo accordo ruota attorno al fiore bianco del cactus Torcia Argento, che sboccia una sola volta all’anno. Per la prima volta è stato possibile creare un accordo olfattivo con il fiore bianco del cactus Torcia Argento, utilizzando l’innovativa tecnologia Living™ che ha permesso di catturare l’essenza del raro fiore del deserto, la quale è stata concentrata nelle note di cuore della piramide olfattiva. Vanno a completare la pimamide olfattiva del primo profumo femminile della maison Proenza Schouler alcune componenti di natura minerale, che richiamano la composizione rocciosa del deserto di Sonora, a cui si associano altre essenze flower come quella di gelsomino e di fiori d’arancio, ma anche delle note più incisive offerte dai muschi e dal cashmeran.

Proenza Schouler profumo Arizona

L’anima sauvage e sexy del profumo Arizona Proenza Schouler viene rispecchiata anche nel suo flacone che è un’opera d’arte e si ispira al paesaggio desertico, il flacone è stato ideato da Malin Ericson dando risalto al vetro massiccio e trasparente dal taglio asimmetrico e massiccio con angoli multisfaccettati che richiamano le rocce.