Il metodo manual lifting

Caterina Stabile

Il metodo manual lifting

Il metodo manual lifting, brevettato dalla beauty expert Alessandra Ricchizzi, con la collaborazione del dottor Marco Iera, chirurgo plastico a Milano, permette di dare maggiore tonicità al viso.

In questo modo si stimolano i muscoli e si scolpiscono gli zigomi, la forma del viso si affina, gli occhi si allungano e le sopracciglia si alzano otticamente.

Il trattamento toglie dal viso i segni del tempo ringiovanendo la pelle dai 2 ai 10 anni di età, a seconda della struttura sottostante

Alla base di questo trattamento dall’azione rassodante ci sono delle manipolazioni caratterizzate da movimenti energetici che agiscono non solo esternamente ma anche all’interno della pelle. Il punto di forza del manual lifting è quello di tonificare la pelle eseguendo dei gesti decisi che si ispirano apertamente alla tradizione coreana dei massaggi. Il metodo brevettato da Alessandra Ricchizzi si articola in diversi step, si parte con la fase del rilassamento del diaframma per migliorare l’ossigenazione dei tessuti, in seguito si interviene direttamente sui muscoli con una serie di pressioni e pizzicotti che si irradiano dal basso verso l’alto. Il trattamento prevede poi lo sblocco della bolla di Bichat da eseguire dall’interno mediante l’esecuzione di manovre manuali con cui risollevare la linea tra lo zigomo e la mandibola. Il metodo manual lifting prevede inoltre un massaggio specifico con il beauty roller in platino che ha la forma di due pollici e si pone come obiettivo quello di aumentare l’azione drenante. Chi si sottopone a questo approccio di lifting manuale al viso si assicura un rimodellamento dei lineamenti del volto e la pelle appare più tonica, grazie poi all’effetto sculpt ci si assicura un aspetto più young; il trattamento toglie dal viso i segni del tempo ringiovanendo la pelle dai 2 ai 10 anni di età, a seconda della struttura sottostante. I risultati del manual lifting tendono a prolungarsi in media fino ad un mese, e se si vuole un risultato più performante allora deve sottoporsi sinergicamente al trattamento facialist.