Inviaci il tuo diario di viaggio e le foto delle tue vacanze a redazione@cafeweb.it

Viaggio ad Avignone per una vacanza indimenticabile

Vivere Avignone per una vacanza indimenticabile

Non vi piacerebbe visitare una parte della Francia di cui non si sente spesso parlare? Oggi il nostro itinerario si svolge ad Avignone, conosciuta in tutto il mondo come la città dei Papi. Questo nome è dovuto alla presenza del Palazzo realizzato durante la cattività avignonese, un periodo che ha permesso a ingegneri di un tempo di creare i monumenti più belli.

Avignone e il suo tocco magico

I turisti affascinati dalle sue architetture desiderano definirla come una seconda Roma, dopo la costruzione del Palazzo dei Papi, Avignone divenne la località popolare pe rla maggior parte degli artisti, nei dintorini non dimenticatevi di visitare il Piccolo Pazzo, oggi un museo molto antico dove sono racchiuse gelosamente opere di grandi artisti, fra le quali anche quelle di Botticielli.

Clemente V la fece la capitale del Cattolicesimo

Il primo Papa che fece ingresso ad Avignone fu Papa Clemente V, costretto a scappar da Roma, decise di trasformare questa cittadina provenzale in una capitale del cattolicesimo. Questo trasformò completamente la popolazione che divenne da povera a benestante con mercanti, ladri, assassini e prostitute.
Questo Palazzo è considerato una delle mete più importanti di Avignone, ammirate da vicino la Sala del Concistoro, quella della Grand Udienza, la Cappella Maggiore e la Sacra Rota. Il costo del biglietto singolo si aggira intorno ai 10,50 euro a biglietto.
Si continua verso il Ponte di St Bènèzet, anche se in origine era semplicemente conosciuto come il poetadi Avignone e la collegava a VIllenueve. Ai tempi la costruzione del ponte, veniva considerato come un vero capolavoro di architettura e ingegneria, era lungo 22 km e oggi è considerato parte integrante del Patrimonio Mondiale Unesco.
Anche in questo caso ticket da acquistare al prezzo di 4,50 euro, ma ne vale la pena perché il fascino di questo monumento è unico. Se non siete ancora stanchi, ritornate presso il Palazzo Grande e raggiungete il piccolo, dove si trova il Museo del Petit Palais, i quadri presenti risalgono all’epoca di Carlo Crivelli, Taddeo di Bartolo e la popolare Madonna con bambino.
Se i musei fanno al caso vostro, merita di essere integrato nel vostro itinerario anche il Museo Angladon, dove viene custodita l’unica opera di Van Gogh rimasta in Francia, solo questa caratteristica dovrebbe invogliarvi a visitare il museo, ma di certo è una dimora di spettacolo per chi è attratto da queste cose., il prezzo di ingresso è di 6 euro.
Tra le chiese incredibilmente spettacolari, ecco la Cattedrale di Notre-Dam Des Doms, una delle più importanti chiese della località, risale al VII secolo e sulla sua cima ecco la statua della Madonna che benedice tutta la popolazione.
Una particolare sta nel fatto che la Madonna non ha in braccio Gesù e la stessa situazione si trova anche all’interno della chiesa, la Madonna prega con le mani giunte.

Vi piacerebbe ammirare questa località? Basta avere un pizzico di coraggio e tanta voglia di viaggiare per scoprire quanto possa essere bello, un viaggio nella Franca provenzale.

Quale sarà la vostra scelta finale?