Inviaci il tuo diario di viaggio e le foto delle tue vacanze a redazione@cafeweb.it

Visitare la Corsica: I mille volti di un’unica regione

Mariella D'Ippolito

Visitare la Corsica: I mille volti di un'unica regione

In tanti per esigenze economiche o per esigenze lavorative scelgono di partire per le vacanze estive durante il mese di settembre. Partendo dal presupposto che si spende di meno perché non osare e dirigersi verso mete che diversamente non avremmo modo di visitare? La Corsica per esempio è una di quelle.

Appartenente politicamente alla Francia ma geograficamente alla regione geografica italiana, è la quarta isola del Mediterraneo, dopo la Sicilia, Sardegna e Cipro, ricordata per la sua estensione.

Conosciuta come il luogo natale di Napoleone Bonaparte, la Corsica vanta un’importante parco nazionale protetto, che si estende per circa un terzo del suo territorio.

Nove mete turistiche dal fascino sorprendente e unico

Buona parte della sua economia si basa sul turismo, che durante il periodo estivo ne raddoppia la popolazione. Per il suo clima mite, tipico del Mediterraneo, fa si che l’isola possa essere considerata meta turistica tutto l’anno: inverni miti, primavere luminose fanno della Corsica una destinazione da privilegiare fra tante. E non solo! La Corsica è tutto ciò che si possa desiderare da un viaggio della durata ridotta, infatti un continente in miniatura che offre scenari diversi per accontentare gusti di differenti tipologie di turisti, e per darvi l’opportunità di sognare luoghi e paesaggi diversi senza allontanarsi, ma rimanendo nello stesso territorio. Nove mete turistiche dal fascino sorprendente e unico, differenti tra loro ma che emanano la stessa sensazione di benessere e meraviglia.

  • Ajaccio sorge al centro di uno dei golfi più belli al mondo. Atmosfera mediterranea, colori vivaci e odori della tipica cucina corsa, senza dimenticare che è possibile visitare la casa natale di Napoleone. Spiagge dalla sabbia bianca vi daranno la sensazione di vivere in un sogno, dove vi sarà permesso di fare bagni anche durante l’autunno e per la sera….tramonti indimendicabili. E se avete fame! Beh! Formaggi di capra e pecora delle valli della Gravona e del Taravo, non possono mancare!
  • Cargèse è interessante per il suo litorale costeggiato da scogliere di granito rosso,  classificato nel “patrimonio dell’umanità” da parte dell’Unesco.
  • A Calvi e in  Balagne  ci si può dedicare a ogni sorta di attività nautica, inoltre mentre Calvi denominata anche “Giardino della Corsica” per le sue colline fertili, la Balagne è importante per i numerosi edifici religiosi, per la quale vanta il soprannome di “Santa”. E se avete fame…miele e formaggi accompagnati da vino prodotti dai famosi vigneti  disposti davanti al  mare e denominati DOC Calvi-Balagne.
  • E poi Bastia se amate le passeggiate, per cui non potete non procedere lungo le stradine in salita che arrivano a Place du Marchè, punto d’incontro degli abitanti e tipico per colori e odori.
  • Moriani e Castagniccia la dedichiamo a tutti coloro i quali oltre alle vacanze al mare, amano condividere storia e tradizione . Infatti è proprio qui che le testimonianze del passato e le tradizioni, prendono forma, grazie a villaggi dal fascino antico.
  • Ghisonaccia e la Costa Orientale vi inebrieranno per le cavalcate in riva al mare e per i bagni nei fiumi che bagnano la regione.
  • E ancora Porto Vecchio Bonifacio e Corte. Quest’ultima sede di antiche abitazioni  e vicoli realizzati con lastricati di ciottoli. Gite sportive e passeggiate in famiglia è ciò che si consiglia, per immergersi nella natura in tutta libertà.
  • Infine ricordiamo Le Sartenais Valinco Taravo, piccola regione sede di numerosi siti archeologici e castelli.

Come raggiungerla e quando

La Corsica è l’isola dalle identità multiple, dall’eredità romana, pisana e poi genovese conserva atmosfere italiane  mantenendo comunque la sua specialità, caratterizzata anche dalla bellezza di una lingua viva e melodiosa, di canti polifonici e serenate romantiche. Raggiungere la Corsica, beh! Semplice non è, specialmente se si opta per viaggi in aereo. Ma se se si utilizzano i traghetti per la Corsica, tutto diventa più semplice e anche meno oneroso. Le traversate prevedono imbarchi dai porti di Piombino, Civitavecchia, Livorno, Genova, Savona. Si consigliano i mesi maggio-giugno e settembre-ottobre. Imbarcatevi presto e godetevi il litorale, dove spiagge mozzafiato, vi renderanno difficile il ritorno…