Inviaci il tuo diario di viaggio e le foto delle tue vacanze a redazione@cafeweb.it

Viaggio tra i castelli della Transilvania: Itinerario da scoprire

castello-dracula-Brasov-Viaggio-Transilvania--

Siete pronti per viaggiare senza limiti nei castelli più belli della Transilvania?

Oggi vi portiamo a Brasov, il punto di partenza per tutte le persone in cerca di una vacanza “misteriosa” e perfetta per un weekend di pura solitudine. La città è molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo, castelli incantevoli, villaggi ed escursioni vi attendono per offrire delle alternative mozzafiato.
Il borgo medievale è racchiuso da una cinta muraria di origine medievale, al suo esterno troverete la città moderna dove vivono 300 mila persone, non di certo la parte migliore da visitare.

Brasov antica è la vera attrazione, la sua fondazione risale al XIII secolo quando i cavalieri teutonici al soldo del Re di Ungheria, decisero di creare le prime costruzioni in questo luogo.
Nel frattempo arrivo la Prima Guerra Mondiale e al suo termine Brasov e la Transilvania diventarono parte della Romania. Appena arrivati non potrete fare a meno di ammirare la scritta del paese molto simile a quella di Hollywood, successivamente il consiglio è quello di partire alla visita del centro a piedi, partite dalla piazza centrale Piata Statului, proseguite verso la Casa del Consiglio, una bellissima casa risalente al 1420 caratterizzato dalla presenza della Torre del Trombettiere.

Si racconta di apparizioni di streghe e fantasmi sulla torre in alcuni momenti del giorno e della notte:
che ne dite volete provare ad osservare?

Noi vi suggeriamo di soggiornare presso il Museo Storico di Brasov, situato di fronte alla Casa Hirscher, conosciuta come la casa dei mercanti.
L’edificio fu costruito tra il 1529 e il 1545 su richiesta di Apollonia Hirscher. All’estremità occidentale ecco il Muzeul Memoral, un luogo da non perdere dedicato al primo editore della Gazeta Transylvania. Vi consigliamo anche di raggiungere la Biserica Neagrà, ovvero la chiesa gotica più grande in assoluto della zona.
La sua costruzione avvenne intorno al 1480, una basilica di estrema bellezza che deve il suo nome all’incendio scoppiato nel 1689. Grazie ad un restauro completo i migliori elementi decorativi ora sono ben visibili e tra questi non si possono non notare, tappeti turchi e u organo con 4000 canne.
Di fronte al luogo sacro troverete la curetea Honterus, dove svetta la statua colpita alla fine dell’ottocento che ha le sembianza del teologo romeno Johannes Honteurus. Lasciatevi catturare dall’incantevole centro storico circondato da una cinta muraria quattrocentesca lunga 3 km e alta 12 metri.
Per concludere al meglio il vostro soggiorno, non vi resta che visitare il Monte Tàmpa, grazie ad un collegamento tramite la funivia, potrete raggiungere la cima e ammirare tuto il panorama e assaporare le specialità presso il ristorante presente.