Inviaci il tuo diario di viaggio e le foto delle tue vacanze a redazione@cafeweb.it

Oman, viaggio tra spiagge e deserti

Oman-viaggio-tra-spiagge-e-deserti-vacanze-turismo

Non vi siete mai chiesti che cosa ci sia da vedere nella zona di Oman? Un viaggio in questa località, vi permetterà di raggiungere le alte montagne del Hajar, dove potrete passeggiare per strade che offrono al turista dei paesaggi surreali nel deserto Wahiba Sands.

Cosa non perdere nell’Oman

Sicuramente la zona è caratterizzata da oasi che vale al pena di visitare, con spiagge caratterizzata dalla presenza di uno splendido mare turchese dove non mancano anche le tartarughe di Ras Al Jin, oppure che ne pensate della possibilità di conoscere il Forte di Nizwa e Jabrin? Lasciatevi incantare dalla bellissima moschea di Sultan Qaboos e potrete fare un viaggio nei profumi dell’Arabia.

Preparatevi ad affrontare al meglio un viaggio nell’Oman, potrete vedere da vicino cosa porta l’islamismo ai turisti, quale tipo di tolleranza è attiva e che tipo di sensazioni si provano. Uno dei posti da vedere è sicuramente il Sultan Qaboos Gran Moseque, ovvero la Grande Moschea del sultano, da ammirare per scoprire la sua architettura islamica in stile moderno, che tende a simboleggiare la rinascita del paese.

Raffinate architetture in marmo

Attualmente è l’unica moschea del Paese che risulta disponibile anche ai turisti non musulmani, per fortuna almeno in questo senso è stata scelta una buona occasione per mostrare questa bellezza a tutti. Una volta entrati vi accorgerete di restare colpiti dal bianco acceso delle pareti, dove non mancano le raffinate architetture in marmo caratterizzati da 5 minareti dedicati alla preghiera.

Come tutti, dovrete stare alle regole e accedere alla Moschea a piedi scalzi, pensate che la zona della preghiera può ospitare 6.600 persone con una raffinatezza di altissimo livello. Un’altra caratteristica che salta immediatamente all’occhio è il pavimento, ricoperto da 4.200 metri quadri dal tappeto più grande del mondo, abbinato ad uno splendido lampadario di cristalli Swarovski.

Il costo di ingresso è gratuito ma ricordatevi di indossare pantaloni e maniche lunghe e per le donne i capelli devono essere coperti. Prima di ritornare a casa, un altro luogo che non è possibile dimenticare è il Wahiba Sands, il deserto rosso dell’Oman, caratterizzato da itinerari fuoristrada che permettono di ritrovarsi immersi tra scenari ricchi di dune di sabbia color rame.

Numerosi Beduini accolgono i turisti all’interno dei loro campeggi e con qualche accordo, si ha anche la possibilità di accedere alla tenda e di mangiare qualcosa insieme a loro. Qui sono popolari anche le corse di cammello nella sabbia, una passione indimenticabile per la popolazione locale.