Big Eyes il ritorno di Tim Burton al cinema

Big-Eyes-tim-burton

Il film inizia con la citazione interessante di Andy Warhol, dedicata ai quadri di Margaret Keane che per diversi anni si attribuì tutto i l merito per le creazioni in realtà create dal marito.

Il nuovo lavoro di Tim Burton non è solo una storia biografica dei coniugi Keane ma una narrazione di come una donna nevrotica, sia stata capace di liberarsi dal gioco psicologico di un marito mitomane e troppo aggressivo.
Il telespettatore attraverso i Keane nella vera conferma dello stile di Warhol, portandolo ai giorni nostri con una società ossessionata dalla popolarità, dalla ricchezza e dai sogni di gloria. La società che vive di immagini e di virtuale. Dall’America degli anni 70 ai giorni nostri per una scoperta di voi e del vostro mondo, trasformando il furto delle opere in una popolarità diversa.
Secondo molti Burton non è riuscito a dimostrare al meglio un’intuizione molto originale tra passato e presente.