Pelle chiara: come abbronzarsi in modo corretto

Caterina Stabile

Pelle chiara: come abbronzarsi in modo corretto

Chi ha la pelle chiara deve fare attenzione quando si abbronza perché è più difficile acquisire un colorito dorato sano, senza rischiare scottature ed arrossamenti che possono colpire con maggiore frequenza i sottotipi chiari.

Precauzioni per l'abbronzatura pelle chiara

Per abbronzarsi in modo corretto senza incorrere in eventuali disagi per la pelle è bene prestare qualche cautela in più, soprattutto se il colore dell’incarnato tende al porcellana, si deve partire dal preparare la pelle per tempo prima di esporsi al sole estivo, per cui un mese prima delle vacanze al mare bisognerebbe cominciare ad impiegare degli integratori solari specifici per carnagioni chiare a base di antiossidanti, vitamine e che hanno lo scopo di stimolare la produzione di melanina. Prima dell’esposizione ai raggi solari per schermare la cute e rendere più veloce il processo di abbronzatura è importante anche fare attenzione a ciò che si mangia, facendo scorte di frutta e verdura che sono una fonte preziosa di vitamine, acqua, antiossidanti e betacarotene. Nella fase di preparazione della pelle prima di acquisire la tintarella non deve mancare uno scrub per il corpo, in modo da eliminare tutto le cellule morte, in questo modo si può ottenere un’abbronzatura più uniforme; anche durante le vacanze al mare si può ripetere il trattamento eseguendo uno scrub leggero e delicato per fissare l’abbronzatura in modo più profondo.

Abbronzatura pelle chiara

Le carnagioni più chiare dovrebbero poi prendere il sole alquanto graduale, dapprima esponendosi per soli 20 minuti per poi aumentare il tempo di permanenza sotto i raggi del sole giorno dopo giorno, ricordandosi di prendere il sole nelle ore della giornata più idonee: al mattino dalle 7 alle 11 ed al pomeriggio dalle 16 alle 18; naturalmente non deve mancare la protezione solare sulla pelle optando per un SPF alto, in base al fototipo, anche se le pelli chiare dovrebbero cominciare con la protezione 50, scendendo dopo un po’ di giorni a 30 e arrivando ai fattori più bassi solo quando la pelle risulta abbronzata, ricordando di fare attenzione alle zone di viso, contorno occhi, spalle, collo dove è necessario applicare un solare con un fattore di protezione mai sotto l’SPF 30.