Le proprietà della vitamina C

Caterina Stabile

Le proprietà della vitamina C

Alla vitamina C vanno attribuite diverse azioni benefiche per la salute in generale, per cui è riduttivo menzionare la sua azione di prevenzione nel trattamento del raffreddore e delle infezioni respiratorie.

Benefici della vitamina C

La vitamina C ha infatti altre funzioni importanti come ad esempio: contrasta le infezioni delle vie urinarie attivando un effetto antinfiammatorio; facilita la guarigione delle ossa in causa di fratture; accelera il risanamento delle ferite; è in grado di curare l’anemia da carenza di ferro in quanto attiva la produzione dell’emoglobina e dei globuli rossi; e favorisce l’assorbimento del ferro, dell’acido folico e della vitamina E. L’acido ascorbico agisce anche come un potente antiossidante idrosolubile, per cui protegge la pelle  dall’attacco dei radicali liberi contrastando così l’invecchiamento cutaneo, per cui si raccomanda l’uso di creme corpo e viso a base di estratti di vitamina C, il settore della cosmetica propone diversi topici quali creme, lozioni, sieri e tonici dall’effetto antinvecchiamento e ricompattante; la vitamina C ha svolge un’azione esfoliante attivando un effetto schiarente sulle macchie scure che possono comparire su mani e corpo.

Inoltre l’acido ascorbico è una sostanza fondamentale per l’organismo per il processo di sintesi del collagene che serve a rinforzare le ossa, la cartilagine, i muscoli garantendo sostegno alla pelle ed ai tessuti.

Una grave carenza di vitamina C può causare degli scompensi che possono determinare l’insorgenza dello scorbuto che si evidenzia per un’insufficiente capacità di assorbire a livello intestinale la vitamina C per cui il soggetto tende a manifestare sintomi fastidiosi quali: vomito, diarrea, enteropatie croniche. Per scongiurare questo problema è necessario integrare nella propria alimentazione il giusto apporto di frutta e verdure contenenti vitamina C in grande quantità, tra gli alimenti considerati delle fonti preziosi di questa vitamina ci sono:  le arance, i limoni, i pompelmi, i frutti di bosco, gli asparagi, i broccoli, i cavoli, i cavolfiori, gli spinaci, i pomodori, le patate, i meloni, le angurie, i kiwi.