Dimagrire contrastando gli attacchi di fame

Caterina Stabile

Dimagrire contrastando gli attacchi di fame

Quando si affronta una dieta dimagrante spesso l’ostacolo più difficile da superare è rappresentato dal non cedere nel corso della giornata alle pressioni degli attacchi di fame che generalmente tendono a sorprendere chi è a dieta rendendo vani i tentativi di monitorare le calorie ingerite.

Dimagrire senza sacrifici

È difficile resistere al senso di fame che esplode all’improvviso e che richiede di essere soddisfatto in tempi rapidi e che spesso porta a ricercare i nemici giurati della linea come ad esempio dolci e golosità varie, oppure snack salati ed altri prodotti da forno. Le crisi di fame sorgono quando non si conserva il senso di sazietà a lungo possibile, un’evenienza che si viene a verificare quando si è alle prese con dei regimi alimentari troppo restrittivi dal punto di vista calorico, per combattere il tarlo della fame nervosa è opportuno impostare una dieta che contempli i cosiddetti cibi alleati della sazietà.

Dimagrire con alimentazione corretta

Per non cedere agli attacchi di fame nervosa bisogna garantire al corpo la giusta sazietà che viene ottenuta attraverso l’assunzione di alimenti ricchi di fibre quali: cereali integrali (farro, kamut, miglio, avena, quinoa, riso), legumi, verdura, frutta fresca con la buccia, frutta secca, semi oleosi; alle fibre bisogna associare un regolare apporto di proteine magre per cui non devono mancare in tavola cibi come: carne bianca, pesce, uova. Una dieta incentrata su fibre vegetali e proteine magre garantisce una prolungata sensazione di pienezza ricordandosi comunque di bere regolarmente acqua naturale, non solo per depurarsi ma anche perché spesso la sete viene confusa con la sensazione di fame; inoltre è bene concedersi cinque pasti nell’arco della giornata, gli spuntini sono indispensabili per evitare che sorgano attacchi di fame e per evitare che si arrivi all’appuntamento con il pranzo e con la cena troppo affamati, per cui bisogna inserire a metà mattina uno spuntino leggero a base di frutta, e concedersi una merenda leggera nel pomeriggio.