Dieta Tisanoreica

Caterina Stabile

dieta tisanoreica,dieta tisanoreica funziona,dieta tisanoreica menu,dieta tisanoreica costoLa dieta tisanoreica è un sistema dietetico ideato da Gianluca Mech, un imprenditore veneto che opera nel settore erboristico. Si inserisce nella categoria delle diete iperproteiche, quei regimi alimentari in cui la ripartizione dei macronutrienti è caratterizzata da apporto di proteine e lipidi decisamente elevato a discapito dell’apporto glicidico. La dieta tisanoreica si basa quindi su due principi fondamentali: il primo è che la carenza di carboidrati impedisce la trasformazione dei lipidi alimentari in grassi di deposito; il secondo principio è che la metabolizzazione delle proteine richiede un 30% in più di energia rispetto a quella che occorre per metabolizzare glicidi e lipidi. La dieta tisanoreica, come qualsiasi dieta deve essere effettuata sotto il controllo medico, ha una durata che può andare dai 20 ai 40 giorni, e si articola in due fasi: la fase intensiva e la fase di stabilizzazione.

Durante la fase intensiva è prevista l’esclusione dei glicidi e di buona parte dei lipidi; è possibile mangiare carne, uova e pesce una volta al giorno; gli altri pasti invece sono costituiti da prodotti Tisanoreica. Durante la prima fase quindi si costringe l’organismo a ricorrere al meccanismo della chetosi. I prodotti Tisanoreica sono costituiti da pietanze Tisanoreica e da estratti Tisanoreica; le pietanze Tisanoreica vengono preparate sia con proteine vegetali che con proteine animali e vengono arricchite con una miscela di fitoestratti noto come Attivatore Tisanoreica. Gli estratti Tisanoreica vengono preparati con il metodo della Decottopia: un metodo di estrazione e mantenimento dei principi attivi di almeno dieci piante.

Dopo la fase intensiva, si passa alla fase di stabilizzazione: le pietanze vengono ridotte a due al giorno ed inizia la reintroduzione di carboidrati complessi come pane e pasta; si devono però evitare la frutta, le patate e le verdure colorate. Scopo della fase di stabilizzazione è quello di far uscire l’organismo dalla chetosi preparandolo a un’alimentazione più equilibrata dal punto di vista della ripartizione dei macronutrienti.