Come perdere peso con la dieta Montignac – Ricette

Caterina Stabile

Come perdere peso con la dieta Montignac - RicetteCome perdere peso con la dieta Montignac – Ricette. Questa dieta per perdere peso, ideata dal francese Michel Montignac nel 1980, si basa sul principio del basso indice glicemico. Lo stesso Montignac, seguendo questo metodo ha dichiarato di aver perso più di 15 kg in soli tre mesi: 5 kg al mese. La dieta Montignac punta da un lato a far perdere peso, e dall’altro a tenere sotto controllo il desiderio eccessivo di cibo. Montignac sostiene che l’aumento di peso non sia causato da un eccesso di alimentazione, ma piuttosto dal mangiare il cibo sbagliato. La sua teoria è: “Mangiare per Dimagrire”; una buona scelta alimentare può addirittura sostituire l’esercizio fisico.

Questa dieta si sviluppa intorno ai livelli di glucosio ed insulina presenti nel sangue, per questo consiglia una selezione di alimenti che aiutano a mantenere questi livelli bassi per reprimere la fame. Occorre fare attenzione soprattutto ai carboidrati. Secondo Montignac gli alimenti con un basso indice glicemico stabilizzano la quantità di insulina che viene prodotta dal pancreas, migliorando l’efficienza del metabolismo e consentondo di mantenere la perdita di peso. Quest dieta è per questo adatta ai diabetici.

La dieta Montignac si ispira alla cucina francese: alcuni cibi vietati in altre diete in quanto ritenuti troppo calorici (come vino rosso, formaggi e cioccolato) sono concessi nella dieta Montignac. Per la dieta Montignac è importante separare i grassi e le proteine dai carboidrati; inoltre, frutta e latte non vanno mangiati in combinazione con altri alimenti. I menù della dieta Montignac, prevedono per i pasti la scelta tra due opzioni: l’abbinamento proteine e grassi; o carboidrati ad alto contenuto di fibra. Il pasto principale della giornata è il pranzo. La regola principale della dieta di Montignac è quella di mangiare alimenti col più basso indice glicemico per innescare la perdita di grasso. La maggior parte delle persone in sovrappeso quando mangiano carboidrati rilasciano una quantità eccessiva di insulina; ciò fa sì che il glucosio ingerito venga facilmente convertito in grasso. Comunque, ci sono opinioni contrastanti a proposito del metodo a basso indice glicemico, ed anche le prove scientifiche sono incerte

 

Uno esempio dello schema settimanale:

– Lunedì

Colazione: Frutta, una tisana a base di erbe o tè, un piccolo toast integrale sormontato da formaggio magro e mele a fette.

Pranzo: Gazpacho al basilico; insalata di formaggio, prosciutto, uova bollite, pomodori e olio d’oliva; per finire un quadretto di cioccolato fondente.

Spuntino opzionale: mandorle e nocciole.

Cena: Zuppa di verdure e funghi selvatici; insalata di rucola; mele tagliate con formaggio fresco.

– Martedì

Colazione: Latte con 4 biscotti secchi o 3 fette biscottate.

Pranzo: Insalata di tonno e pomodori.

Spuntino opzionale: 4 noci.

Cena: Zuppa di verdure, cavolo nero e fave; insalata mista; una mela smith.

– Mercoledì

Colazione: Tè verde con 3 fette biscottate e marmellata, un frutto.

Pranzo: Melanzane alla parmigiana realizzate con verdura grigliate, salsa di pomodoro, formaggio.

Cena: 100 gr di risotto ai quattro formaggi.

– Giovedì

Colazione: Yogurt al naturale con 3 cucchiai rasi di cereali integrali.

Pranzo: Pollo alla diavola con peperoni e un bicchiere di vino rosso.

Cena: 100 gr di spaghetti integrali al pesto senza formaggio.

– Venerdì

Colazione: Una tazza di tisana alle erbe. Un piccolo toast integrale sormontato da formaggio francese e una pera a fette.

Pranzo: Coniglio alle olive. Insalata di pomodori e lattuga.

Spuntino opzionale: un cioccolatino fondente.

Cena: Zuppa di funghi; verdure alla griglia; due uova bollite; un bicchiere di vino.