Cervello: Mantenere in salute le cellule neuronali

Caterina Stabile

Cervello: Mantenere in salute le cellule neuronali

Diverse ricerche hanno evidenziato che è possibile prevenire la demenza prendendosi cura del cervello attraverso uno stile di vita sano da impostare sin da giovani per mantenere in salute la mente.

Per salvaguardare il corretto funzionamento dei neuroni da cui dipendono le capacità mentali è importante seguire delle sane abitudini a partire dalla dieta visto che ci sono diversi alimenti che forniscono al cervello diverse sostanze preziose.

Tra gli alimenti da preferire ci sono il pesce, la frutta, la verdura, meglio se di stagione e l’olio extra vergine d’oliva che garantiscono un buon apporto di antiossidanti a cui si deve un’efficace azione anti-invecchiamento che contrasta la produzione dei radicali liberi, nemici dei neuroni. Si dovrebbe poi consumare con moderazione l’alcol che si dimostra essere una sostanza tossica per il cervello: l’eccessivo consumo di alcolici può provocare delle conseguenze serie al sistema nervoso. Attraverso una dieta sana ed equilibrata si possono evitare diversi fattori di rischio quali pressione alta, obesità, colesterolo che rappresentano delle condizioni che possono predisporre a sviluppare malattie neuro-degenerative.

Mantenere in salute le cellule neuronali

Non bisogna poi trascurare l’attività fisica che contribuisce a mantenere attiva la mente: fare movimento stimola la produzione di neurotrasmettitori come le endorfine che permettono ai neuroni di creare sinapsi e comunicare tra loro. Tra le attività fisiche che propongono un effetto positivo nei confronti delle prestazioni cerebrali si raccomanda la corsa in quanto contrasterebbe l’invecchiamento del cervello in quanto favorisce la formazione di nuove cellule cerebrali scongiurando il rischio di sviluppare l’Alzheimer. Un’altra disciplina consigliata per avere migliori funzioni cerebrali è rappresentata dalla pratica dello yoga che permette di aumentare il rilascio di endorfine ed il flusso sanguigno nel cervello. Accanto all’esercizio fisico non vanno trascurati gli allenamenti che si rivolgono direttamente nei confronti della mente, tra le attività più salutari ci sono: i giochi enigmistici (sudoku, parole crociate, cruciverba); la lettura; la scrittura; suonare uno strumento musicale. Tra i nemici della memoria ci sono la mancanza di sonno che impedisce alle cellule cerebrali di comunicare tra di loro innestando così dei veri e propri vuoti di memoria; anche il dedicarsi a più attività contemporaneamente non è d’aiuto per la mente in quanto incide negativamente sulla memoria a lungo termine.