Semi di chia quali proprietà offrono

Caterina Stabile

Semi di chia quali proprietà offrono

semi di chia possiedono delle proprietà nutrizionali apprezzabili che rendono questo alimento di natura vegetale alquanto salutare. Le comuni proprietà benefiche di questo prodotto, il cui nome completo è Salvia Hispanica, sono fin note dall’antichità quando i semi di chia venivano comunemente consumati dalle popolazioni precolombiane, ed infatti la pianta è originaria dell’America Centrale e Meridionale.

Semi di chia Come usarli

Le principali proprietà di questo prodotto vegetale, che si trova in commercio nelle erboristerie e nei negozi di cibi biologici, sono da ricondurre soprattutto al contenuto di calcio, a cui si aggiungono altri minerali quali il ferro, selenio, zinco, magnesio ed il potassio; questi semi contengono anche acidi grassi essenziali quali omega 3 e omega 6; i semi di chia garantiscono poi un valido apporto di vitamina C e di altre vitamine tra cui: la niacina, la riboflavina e la tiamina. Questi semi sono anche una fonte di tipo vegetale che garantisce un buon apporto di aminoacidi necessari per la formazione delle proteine da parte dell’organismo;  all’interno dei semi di chia si trovano anche metionina, lisina, cisteina ed antiossidanti. Questi semi di origine americana possono essere aggiunti come atri semi per arricchire e decorare insalate, grigliate di carne, pasta, risotti, su crostini e tartine possono poi essere mangiati come spuntino dietetico e salutare, ma anche alquanto nutriente nel corso della giornata.

Benefici dei semi di chia

Tra le proprietà dei semi di chia bisogna segnalare l’effetto beneficio a livello gastrointestinale che si traduce in un’azione purificatrice a livello intestinale favorendo infatti la pulizia dell’intestino, in questo caso è bene lasciare un cucchiaio di questi semi in ammollo in un bicchiere di acqua né calda né fredda ma a temperatura ambiente per tutta la notte, in modo che i semi assorbano l’acqua favorendo così la produzione di un gel da assumere al mattino a stomaco vuoto per favorire l’eliminazione di residui a livello intestinale.