Sei milioni di italiani soffrono di stress da rientro

Sei milioni di italiani soffrono di stress da rientro

I ponti festivi da una parte sono una condizione favorevole per ricaricare le batterie ed eliminare ogni pensiero negativo. Peccato che il rientro negli ultimi anni è diventato la causa principale da stress che genera patologie come ansia e attacchi di panico.

La persone che si trova a combattere per un eccessivo carico di stress, può entrare senza accorgersi nell’infinito tunnel di patologie neurologiche. In alcuni casi l’assenza di stress e frustrazioni, produce il medesimo effetto è da vita allo stress da rientro. Siete convinti di vivere questo disagio anche voi?
Basta valutare l’opinione rilasciata dallo Psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano. Per la maggioranza di persone il rientro da un breve ponte festivo, diventa una tragedia per sei milioni di italiani alle prese con disagi e disfunzioni create dalla normale riprese delle attività quotidiane.

Si tratta di un problema molto sentito nelle giornate di maggio, quando avviene un processo mentale che in termini medici viene chiamato omeostasi cerebrale.

In base al quale il nostro cervello tenderebbe a dimenticare gli schemi e le pratiche legate ai rituali di ogni giorno. La sensazione è quella di ritrovarsi spiazzati davanti alla normale routine con un carico di ansie e preoccupazioni aggiuntivo rispetto al normale lunedì.
Come evitare la comparsa di questi disturbi psichici che non accennano a diminuire? Il vostro obiettivo deve essere quello di voltare pagina e lasciarsi alle spalle i giorni di festa. Solo in questo modo si può riportare a un livello consapevole l’omeostasi cerebrale che permette di riabituare il cervello ai normali traumi.
Se possibile cercate di evitare l’accumulo di troppi impegni, in questo modo potrete favorire la mente a riabituarsi gradualmente alla normalità. In questo modo il vostro organismo non sarà sottoposto ad un carico di stress destinato a risultare spiazzante per la persona.
Bisogna anche sottolineare che al giorno d’oggi vengono inventate tantissime malattie e sindrome mentali che hanno raggiunto dei confini elevati. Il consiglio degli esperti è quello di seguire i consigli proposti dai medici per rientrare nei termini della normalità ed evitare che lo stress e l’ansia diventino cronici dando vita a nuove malattie che richiedono cure specifiche.
Non vi resta che cercare di combattere le paure da soli e alla fine vi accorgerete di poter vivere una vita migliore, in caso contrario un aiuto a livello psicoterapeutico, fornisce tutti i dettagli possibili per rinascere e ritrovare se stessi.