Rimedi naturali per digerire meglio

Caterina Stabile

Rimedi naturali per digerire meglio

Chi ha problemi legati alla digestione sa bene quanto sia necessario seguire una dieta sana da associare talvolta ad alcuni preziosi rimedi naturali che rendono più agevole la fase digestiva eliminando i problemi che spesso accompagnano dopo i pasti molte persone, che si evidenziano con senso di pesantezza, oppure stipsi, ma anche diarrea, c’è chi lamenta gonfiore e nausea.

Per digerire meglio bisogna mangiare sano e bere molta acqua che aiuta a digerire meglio, semplicemente bevendo l’acqua in combinazione con delle sostanze naturali si può migliorare in maniera significativa la digestione.

Tra gli alleati dell’intestino bisogna ricordare il limone, un rinomato rimedio della nonna, che grazie alla sua acidità offre le stesse proprietà del pH acido dello stomaco, in questo modo si stimola il fegato a produrre più bile attivando una fase digestiva più celere. Anche la menta fresca aggiunta ad un bicchiere di acqua naturale è un toccasana per la digestione visto che attiva le ghiandole salivari a produrre gli enzimi digestivi, inoltre questo rimedio è utile anche in tisana per contrastare la stitichezza. Sono note anche le proprietà della cannella utili per il benessere gastrointestinale, si consiglia di mescolare una stecca di cannella in una tazza di acqua calda per limitare la produzione eccessiva di gas intestinale, inoltre la cannella può essere assunta in caso di nausea legata a problemi digestivi e per placare le coliche intestinali.

Digerire tramite rimedi naturali

Tra i rimedi più moderni si suggerisce il ricorso alla radice dello zenzero da poter impiegare in diversi modi per risolvere diversi disturbi che possono interessare l’apparato gatrointestinale, in genere si consiglia di sorseggiare il tè allo zenzero per risolvere problemi legati al meteorismo e per placare i crampi addominali; in caso di digestione rallentata si può invece tagliare un po’ di radice di zenzero fresco e lasciarla in acqua per tutta la notte e poi bere l’acqua che ha assorbito i nutrienti dello zenzero al mattino, in alternativa si può preparare con la polvere della radice, facile da reperire in erboristeria, una tisana; chi non gradisce il sapore dello zenzero può ovviare a questo limite optado per lo zenzero candito che aiuta a digerire  meglio dopo un pasto abbondante favorendo l’eliminazione di alito cattivo.