Punture di zanzare: rimedi naturali

Caterina Stabile

Come curare le punture di zanzare, rimedi naturaliPunture di zanzare: rimedi naturali. La prima cosa da non fare quando una zanzara ci punge è quella di grattarsi. Più facile a dirsi che a farsi! Infatti, anche se sembra darci sollievo, quando ci si gratta aumenta invece il prurito e l’arrossamento della zona interessata, anche se è difficile resistere alla voglia di grattarti bisogna farlo e cercare di ridurre l’irritazione e la sensazione di prurito adottando dei rimedi naturali.

Un immediato palliativo per ridurre subito il prurito è quello di passare un cubetto di ghiaccio sulla zona interessata dalla puntura, basterà tenere il ghiaccio sulla puntura per qualche minuto e poi utilizzare dell’allume di potassio detto anche allume di Rocca. L’allume di potassio è un minerale che si presenta come una sorta di pietra incolore, che si trova nelle erboristerie, famosa per le sue proprietà antibatteriche e cicatrizzanti. Basta bagnare l’allume di potassio e passarlo delicatamente sulla puntura di zanzara, si deve ripetere l’operazione più volte nel corso della giornata fino a quando la puntura di zanzara non darà più fastidio e la pelle risulterà meno arrossata. Si consiglia di utilizzare l’allume di potassio anche sui bambini perchè è un prodotto efficace ed assolutamente naturale che non prevede controindicazione.

Un altro rimedio naturale è quello di preparare una sorta di unguento con mezzo bicchiere di acqua e meno di mezzo cucchiaino di sale da cucina, dopo aver mescolato si potrà bagnare la zona colpita dalle zanzare, anche più volte; il prurito dovrebbe passare in meno di 5 minuti.

Si dimostra un’ottima soluzione anche la Calamintha nepeta o nepetella: un’erba spontanea, che si trova nei campi e può essere raccolta, lavata e poi messa ad asciugare, per poi mettere le foglie in un vasetto con dell’alcool. Quest’olio deve essere applicato sulla puntura senza far passare troppo tempo da quando la zanzara vi ha punto.

Se proprio il prurito è insopportabile con ponfi, è meglio applicare una pomata al cortisone, ma bisogna proprio essere incapaci di resistere al prurito e, comunque, dopo aver consultato un medico.