Proprietà del konjac e modalità di uso

Caterina Stabile

Proprietà del konjac e modalità di uso

La pianta di origine asiatica conosciuta con il nome di lingua del diavolo, ma anche come shirataki o più comunemente come konjac è una radice simile allo zenzero, ma dalla forma arrotondata, che possiede innumerevoli proprietà per la salute dell’uomo da non sottovalutare se si vuole attivare una prevenzione efficace nei confronti di diverse condizioni patologiche.

Dimostrandosi un prezioso alleato per la salute e la bellezza, di fatto nel settore beauty ha preso piede l’uso della spugnetta di konjac per aiutare l’esfoliazione della pelle che così appare più morbida e luminosa.

Konjac spugna

Questa pianta della famiglia delle Aracee è ricca di fibre che favoriscono una digestione più agevole stimolando un regolare transito intestinale, inoltre la concentrazione di fibre stimola la diuresi e regola il metabolismo. Il konjac è un prodotto naturale dall’azione disintossicante visto che favorisce l’eliminazione delle tossine, inoltre aiuta ad assimilare in maniera corretta gli zuccheri ed i grassi “buoni”.  Nei paesi occidentali si apprezza questa radice soprattutto per le sue proprietà dietetiche dal momento che favorisce il dimagrimento trattandosi di una radice ipocalorica e ricca di fibre; si raccomanda di consumare i derivati della radice durante i pasti se si decide di seguire una dieta ipocalorica, per cui è l’ideale se si vuole ridurre l’apporto calorico degli alimenti. Tra le sostanze benefiche che si concentrano all’interno della pianta bisogna menzionare una particolare fibra come il glucomannano capace di aumentare di volume a contatto con i liquidi, in questo modo l’organismo avverte una sensazione di sazietà ma allo stesso tempo viene limitato l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi. Il konjac sin dall’antichità viene adoperato come alimento terapeutico nei paesi asiatici dove viene impiegato generalmente per ridurre il tasso glicemico nel sangue quindi è un rimedio naturale contro il diabete.

Konjac radice e i suoi utilizzi

La radice è comunemente diffusa in commercio in varie forme ed in particolare nella formulazione in polvere, in farina, ma anche come capsule,  gellule e panette; anche nel settore gastronomico viene utilizzata questa radice per la produzione di alimenti di uso comune integratori ed alimenti come spaghetti,  gnocchi, crespelle, pane e anche alcuni tipi di dolci caratterizzati da un limitato apporto di calorie.