Molluschi contagiosi: sintomi e prevenzione

Marco Quintieri

I virus che colpiscono l’epidermide, possono provocare una serie di reazioni dell’organismo abbastanza sgradevoli da vedere. Nella lista di queste infezioni, troviamo quella da mollusco contagioso: una patologia della pelle che si dimostra molto diffusa in Italia, sia fra i bambini che fra gli adulti.

Il cosiddetto “molluscum contagiosum” può essere trasmesso tramite contatto fisico con soggetti o indumenti infetti, con una serie di sintomi molto fastidiosi. Prima di analizzare la sintomatologia e la corretta prevenzione per questa infezione epidermica, conviene ad ogni modo approfondire cosa sono i molluschi grazie ai siti specializzati. Adesso, invece, è il caso di capire quali sintomi porta il mollusco e come prevenirlo in modo efficace.

Mollusco contagioso: quali sono i sintomi?

In primo luogo è bene parlare dell’incubazione di questa patologia della pelle, che può essere veloce oppure richiedere dei mesi. Nella maggioranza dei casi, il mollusco della pelle richiede almeno 3 mesi per poter poi emergere, ma alle volte gli bastano poche settimane. Quando finisce l’incubazione, ecco gli effetti che nascono sulla cute – è possibile notare lo sviluppo di piccole papule molto compatte e dal colore bruno. Queste lesioni tendono ad aumentare in maniera piuttosto veloce, visto che il poxvirus (responsabile del mollusco) ha un carattere infettivo molto alto. Di contro, va detto che le suddette papule non dolgono né causano bruciore o prurito.

Come prevenire i molluschi della pelle?

Le regole per la prevenzione dal mollusco contagioso somigliano molto a quelle adottate per evitare il contagio dei funghi. In pratica, è sempre bene evitare il contatto con gli indumenti altrui o l’uso di asciugamani appartenenti ad altri individui. Sviluppandosi per contatto diretto, questo è il modo migliore per evitare di essere contagiati dal poxvirus. Dato che il suddetto si trasmette anche tramite atto sessuale, bisogna evitare di avere rapporti non protetti, ma questa, naturalmente, è una regola che dovrebbe valere sempre e comunque.