Mantenersi in forma davanti la scrivania

Mariella D'Ippolito
Mantenersi in forma davanti la scrivania

Mantenersi in forma davanti la scrivania

Quando il tempo non ci permette di mantenerci in forma all’ aria aperta o in una struttura attrezzata, come le palestre, e quando, il tipo di lavoro, costringe a delle posizioni statiche, per un un lungo periodo di tempo, spalle, collo, mani, polsi e le gambe sono quelli che maggiormente vengono messi a dura prova dall’immobilità da scrivania. Traiamo, allora, di questa staticità, l’ idea che anche davanti ad una scrivania, si possa fare dell’ esercizio fisico e quindi mantenerci in forma.

  • Partendo dalle gambe, che sono quelle che, oltre ad interessare maggiormente per un fattore estetico, sono anche quelle che, iniziando a formicolare, spesso generano dolori, causati appunto dalla scarsa circolazione sanguigna:  Fate dei piccoli cerchi, prima verso l’ esterno poi verso l’ interno, stendendo le gambe davanti a voi senza sollevarle eccessivamente dal pavimento e,  puntando i piedi in avanti. 5 serie per 5 rotazioni per ciascun verso.
  • Anche le spalle, per la posizione rigida, necessitano di essere sciolte, perciò: Rilassate le braccia in direzione del pavimento, quindi, iniziate a ruotare la spalla in avanti, in alto e poi portatela all’indietro. Da ripetere 5 volte e poi ora procedete in senso contrario.
  • Se le spalle soffrono della postura allungo assunta, anche per il collo non sarà cosa da meno. Piegate lentamente verso un lato, lasciando andare la testa verso la spalla. Sempre lentamente ruotate la testa in avanti sino a che il mento non tocchi il collo e poi sempre lentamente andate verso l’altro lato. Fatelo solo 2 o 3 volte ma non mandate mai la testa all’indietro.
  • Ultime, non per importanza, le mani e i polsi. Lavorando davanti ad un computer, tendono a raffreddarsi e se il raffreddamento è eccessivo, tenderanno a far male e a limitare, anche il semplice movimento di pigiare i tasti della tastiera. Allora, stendete le braccia dritte davanti a voi all’altezza delle spalle, quindi ruotate le mani e i polsi facendo per 5 volte prima verso l’interno e poi verso l’esterno. Da eseguire per 4 o 5 volte.

 

Questi esercizi non sostituiranno certamente, ciò che solitamente si farebbe in una palestra, ma almeno favoriranno la circolazione sanguigna limitando dolori dovuti alla postura statica.