Le proprietà della menta giapponese

Caterina Stabile

Le proprietà della menta giapponese
La menta giapponese ha avuto modo di farsi conoscere dapprima in tutto il Medio Oriente grazie alle sue numerose virtù, per poi affermarsi come prezioso rimedio naturale in tutto il mondo facendo leva sul variegato ventaglio di usi terapeutici diversi, capaci di garantire non pochi benefici per il benessere dell’uomo.

Questo rimedio naturale di origine nipponica offre un ampio repertorio di utilizzi di tipo fitoterapico.

A livello cutaneo può essere utilizzato per le sue proprietà antibatteriche da applicare su ferite aperte, ma si dimostra anche un ausilio per curare le bruciature e le ustioni, ma può essere anche spruzzato sulla pelle per tenere lontani gli insetti e le zanzare. La pianta aromatica giapponese si dimostra poi un toccasana per combattere il mal di gola, si può preparare con la pianta un infuso per effettuare degli sciacqui ed alleviare il mal di denti attivando un effetto antidolorifico.

Benefici terapeutici della menta giapponese

L’olio essenziale ricavato dalla menta giapponese può essere impiegato per effettuare un massaggio di tipo distensivo e lenitivo in caso di dolori muscolari e contratture, inoltre l’olio di menta giapponese può essere usato come una sorta di shampoo per ottenere una completa detersione della chioma, ma allo stesso tempo si va ad attivare un’azione di tipo disinfettante a livello del cuoio capelluto. Da lungo tempo poi in Giappone da questa pianta si ricava un infuso da assumere in caso di problemi di tipo digestivo ed altri disturbi a carico dello stomaco, viene poi consigliato a chi soffre di nausee o mal d’auto. Tra gli altri usi della menta giapponese figura poi la sua azione energizzante, per cui il fitoestratto può essere aggiunto all’acqua del bagno per ritrovare le energie perdute andando così ad agire da stimolante, mentre come aroma può essere inalato in caso di stati ansiosi e per affrontare periodi di forte stress.