In Italia è boom della chirurgia estetica al maschile

Marco Quintieri

Sport and fitness runner man running on road training for marath

Un ritocchino? Oggi non è più una prerogativa tutta al femminile: cresce sempre di più il numero degli uomini che chiede un ritocchino. E’ dalla Gran Bretagna che arrivano dati interessanti, che fanno riflettere, ma che rappresentano lo specchio di quello che succede anche in molti altri Paesi europei, Italia compresa.

I numeri, forniti dalla British Association of Aestetich Plastic Surgeons, sono relativi al 2015 e segnano, rispetto all’anno precedente, una crescita di ben il 12,5% delle richieste di interventi da parte degli uomini.

Infatti si registrano gli interventi più richiesti: il lifting del viso e del collo segna, infatti, un +14% di interventi, mentre la liposuzione si attesta a un + 20%. Altro intervento che testimonia quanto sia in crescita il numero degli uomini che chiede un ritocchino è quello relativo alla riduzione del seno maschile, la ginecomastia, che ha visto aumentare le richieste del 13%.

Che cos’è la ginecomastia?

Si sente spesso parlare di ginecomastia, ma molte persone non hanno idea di che cosa sia. La ginecomastia è un termine che deriva dal greco, che vuol dire seno femminile in un uomo, ovvero sono quegli uomini che presentano un petto molto simile a quello di una donna.
La ginecomastia può essere classificata in base alle dimensioni, e si parla quindi di ginecomastia lieve, ginecomastia moderata, ginecomastia grave.

La ginecomastia può essere anche suddivisa in tre diversi tipi: ovvero può essere una ginecomastia vera, una mia ginecomastia mista, o una ginecomastia falsa.
La ginecomastia vera è la tipologia più rara ed è costituita da un aumento del volume del seno in un uomo dovuto ad alterazioni ormonali. Questa si presenta generalmente in età giovanile. Il medico curante deve indagare che non ci siano delle alterazioni degli ormoni della crescita e gli ormoni di tipo femminile nell’adolescente.
La ginecomastia mista è la più frequente e si chiama così perché è costituita sia da una componente adiposa, che da una componente ghiandolare.
La ginecomastia falsa è quella tipica delle persone in sovrappeso ed è rappresentata solo da tessuto grasso. L’intervento viene sempre eseguita in day hospital, in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale, e ha una durata di circa 1/2 ore. Dopo l’intervento il paziente deve indossare un corpetto compressivo che porterà per circa 2/4 settimane. Questo intervento è praticamente indolore salvo un indolenzimento della regione che perdura per circa una settimana. Dopo 2 giorni dall’intervento chirurgico il paziente può ritornare a svolgere la quasi totalità delle attività lavorative e sociali.