I benefici della melagrana

Caterina Stabile

I benefici della melagrana

I chicchi della melagrana sono un concentrato prezioso di sostanze nutritive e benefiche per il benessere dell’organismo, ed infatti questo frutto autunnale contiene: acqua, vitamina C, vitamine del gruppo B, polifenoli, fibre, proteine, potassio, fosforo, sodio, magnesio e ferro.

Grazie alla sua composizione naturale il frutto è un vero e proprio toccasana per la salute dal momento che offre un gran numero di proprietà benefiche a partire dall’azione diuretica da ascrivere alla concentrazione di potassio presente soprattutto nei chicchi della melagrana.

Infatti questo sale minerale attiva effetti diuretici e drenanti; inoltre si rivela un valido detossinante grazie alla presenza di polifenoli che agiscono contro l’invecchiamento cellulare, grazie alle proprietà anti-age il frutto contrasta la comparsa delle macchie dell’età; in ambito cosmetico gli estratti del melograno sono alla base di diversi prodotti topici indicati per ai soggetti che hanno la pelle secca; grazie alla presenza di antocianine contenute nel succo di melograno si può beneficiare di un’azione protettiva nei confronti dei raggi UV.

Melagrana e le sue virtù

Tra le proprietà curative più interessanti da attribuire a questo frutto autunnale bisogna segnalare l’azione di inibizione nei confronti dell’aterosclerosi, questo perché il succo attiva un effetto anticoagulante che riduce il rischio di arteriosclerosi.

I benefici della melagrana non si fermano qui visto che il frutto svolge anche un’azione di prevenzione nei confronti delle malattie cardiovascolari; inoltre questo alimento permette di ridurre i livelli del colesterolo LDL e ad aumentare la quota di colesterolo buono (HDL);  il consumo regolare del frutto permette poi di combattere l’obesità. Un gran numero di studi sperimentali hanno comprovato l’azione antitumorale svolta dal melograno che contrasta la formazione di metastasi ed allo stesso tempo limita l’azione nociva dei radicali liberi sull’organismo; nello specifico l’azione antitumorale si deve alla presenza di tannini, polifenoli ed acido ellagico, quest’ultimo sarebbe infatti capace di determinare la morte delle cellule cancerose.