Disturbo narcisistico di personalità

Disturbo narcisistico di personalità

Non avete mai sentito parlare del disturbo narcisistico della personalità? E’ un termine poco conosciuto e che spesso viene ignorato. In realtà esiste una vera malattia su questo argomento e si tratta di un problema legato alla distorsione della propria immagine.

Spesso le persone che si occupano di questo settore, si sopravvalutano tantissimo e questo le porta a vivere delle situazioni poco piacevoli sia nella vita privata sia con gli altri.

Di cosa si tratta? I problemi che portano alla manifestazione del disturbo narcisistico, permettono alle persone che ne soffrono di sentirsi speciali e uniche, attualmente ne soffre il 2% della popolazione mondiale e sono più gli uomini che le donne a soffrirne.
La sensazione di essere creature superiori e dotate di valori e capacita rare è il primo sintomo, la persona si sente superiore agli altri e importante in ogni situazione.

Sono quelli più intelligenti del gruppo, i più bravi e i più belli, la percezione di essere grandiosi li porta ad essere antipatici alla maggior parte delle persone.

I soggetti con il disturbo narcisistico di personalità non provano empatia e si aspettano sempre un trattamento privilegiato dagli altri, sia che si tratti di amici stretti sia di perfetti sconosciuti. Il loro obiettivo è quello di essere ammirati e di sentirsi pronti a sconfiggere qualsiasi male. Il problema è che non sono capaci di sviluppare alcun tipo di sensibilità nei sentimenti delle altre persone e questo può provocare danni sul lungo periodo.
Appena le persone che si trovano intorno a loro deludono le aspettative di ammirazione, questi cadono in uno stato depressivo che li porta a vivere un senso di fallimento profondo, che li porta a vivere di un umore nero e in presa alla disperazione scoppiano in mille modi, anche con attacchi di ira.
Può essere curata?
Le persone che hanno un disturbo narcisistico della personalità possono essere aiutate grazie alla psicoterapia, infatti, hanno bisogno della sicurezza e della possibilità di essere seguiti da un esperto. La soluzione migliore è la terapia cognitivo comportamentale che sfrutta la capacità di apportare la correzione delle distorsioni del pensiero.
Nei casi più rari è necessario avviare una terapia metacognitivo profonda, per riuscire a liberarsi una volta per tutti di questi pensieri di superiorità.