Denti sensibili: alcuni rimedi

Caterina Stabile

Denti sensibili, rimediDenti sensibili: alcuni rimedi. I denti sensibili sono un problema che affligge molte persone, infatti le statistiche registrano che circa 6 persone su 10 ne sono colpite, inoltre i denti sensibili rappresentano un problema in costante crescita. Quando i denti diventano sensibili si avverte una sensazione di dolore o di fastidio quando vengono assunti alimenti particolarmente acidi o dolci, troppo freddi o troppo caldi, oppure al semplice spazzolamento. Le principali cause di questo fenomeno sono anche da ascrive al crescente numero di interventi che vengono effettuati e che possono danneggiare lo smalto dei denti, anche i frequenti trattamenti sbiancanti tendono a rovinare lo smalto ed aumentare il rischio di ipersensibilità. Tra le altre cause da rilevare, che determinano la sensibilità dentale, ci sono inoltre: la scarsa igiene, carie e fratture dei denti, l’infiammazione delle gengive, colletti delle gengive scoperti, l’uso scorretto dello spazzolino ma anche un regime alimentare non adeguato. Queste situazioni causano quindi una perdita del rivestimento protettivo della dentina, che è il principale tessuto che compone i denti, per questo i denti diventano particolarmente sensibile.

[adsenseyu6] Identificando la causa dell’ ipersensibilità dei denti si potrà di conseguenza risolvere il problema, dal momento che servono dei piccoli accorgimenti per risolverlo, infatti i denti sensibili possono essere prevenuti e trattati. Per prevenire l’insorgenza di tale problema è necessaria un’accurata e regolare igiene orale, utilizzando dentifrici e colluttori specifici per contrastare la formazione di carie, placca e tartaro, principali responsabili dei denti sensibili. Inoltre per limitare i danni è bene anche evitare di consumare molto spesso cibi acidi e di lavare i denti con paste dentifrice ricche di microgranuli che a lungo andare aggrediscono lo smalto, ma è anche importante ricorre immediatamente alla pulizia orale dopo aver consumato cibi o bevande che contengono acido citrico, anche il loro consumo va limitato perché corrosive.

Per quanto riguarda invece il trattamento dell’ipersensibilità vanno usati dentifrici appositamente formulati per denti sensibili, che contengono composti ad azione desensibilizzante, che svolgono un’azione di arresto della trasmissione della sensazione si freddo caldo o di acidità dalla superficie del dente al nervo. Questi prodotti vanno applicati con una certa costanza e per dei tempi lunghi per ottenere un effetto desensibilizzante completo, quando la sensazione di dolore o fastidio rimane anche a seguito dell’utilizzo di un dentifricio per denti sensibili, è bene rivolgersi al proprio dentista di fiducia, il quale valutando la stato dei propri denti proporrà alcuni rimedi quali: applicare una lacca a base di composti chimici, una sorta di pellicola protettiva per i denti, che ha la stessa funzione della dentina danneggiata; oppure consiglierà un trattamento con il laser per colpire la dentina scoperta, compattarla e proteggerla.