Come trattare l’insonnia con metodi naturali

Caterina Stabile

Come trattare l'insonnia con metodi naturali

In periodi particolarmente stressanti è possibile risentire di alterazioni del sonno, che si traducono non solo in difficoltà ad addormentarsi, ma anche in ripetuti risvegli notturni che rendono il sonno insufficiente e non riposante.

Insonnia rimedi naturali

Per dormire possono essere adottate delle soluzioni fitoterapiche ed erboristiche

Tra i possibili fattori che possono influenzare la qualità del sonno bisogna quindi segnalare oltre all’alimentazione anche delle situazioni di ansia o di stress per cui in tal caso è possibile conciliare il sonno attraverso il ricorso a dei rimedi naturali dall’effetto rilassante per cui consentono di risolvere gli effetti a livello emotivo che influenzano la qualità del sonno. Per dormire possono essere adottate delle soluzioni fitoterapiche ed erboristiche ma è utile anche fare attenzione a ciò che si mangia, si suggeriscono anche delle pratiche di rilassamento che permettono di ritrovare l’equilibrio interiore. Chi ha problemi di insonnia deve fare attenzione alla propria dieta, per cui per favorire il sonno a cena si dovrebbero evitare alimenti laboriosi dal punto di vista digestivo quali cibi fritti e grassi, in quanto rallentano la digestione ed arrecano un senso di pesantezza che spesso si protrae fino a quando ci si mette a letto, bisognerebbe poi evitare l’assunzione di bevande a base di caffeina; sono invece utili gli alimenti che contengono un buon apporto di omega-3 dal momento che favoriscono un sonno ristoratore, si possono quindi consumare cibi quali: mandorle, noci, lamponi, banane e fiocchi d’avena.

Yoga per combattere l'insonnia

Oppure esercizi yoga che aiutano a gestire lo stress

Per combattere l’insonnia da ansia e stress sono utili anche le tisane rilassanti da assumere nelle ore serali, e tra le piante officinali più efficaci si raccomanda il consumo di camomilla, melissa, valeriana, passiflora, tiglio, biancospino; si può fare appello anche ad un rimedio della nonna che consiste nel bere un bicchiere di latte caldo che contiene il triptofano, un amminoacido essenziale dalla blanda azione sedativa. Può essere utile anche praticare alcuni esercizi di yoga che permettono di ritrovare l’equilibrio interiore riducendo così lo stress, anche la meditazione si dimostra una pratica capace di ridurre i livelli di ansia agendo anche sulla gestione dello stress.