Cioccolato: virtù e benefici

Caterina Stabile

Cioccolato: virtù e benefici

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare il cioccolato fondente non deve essere temuto, se mangiato senza esagerare, in quanto possiede diverse proprietà benefiche tra cui una valida azione dimagrante: il cioccolato favorirebbe il dimagrimento in quanto agisce quasi da freno inibitorio nei confronti dei cibi salati e di quelli grassi, conferendo una sensazione di sazietà utile a contrastare gli attacchi di fame.

Diverse ricerche hanno confermato l’azione positiva da ascrivere al cioccolato sull’umore in quanto le sostanze nutritive contenute in un quadratino di cioccolato fondente sono in grado di stimolare la produzione di endorfine attivando così il benessere generale.

Tra le altre virtù da attribuire al cioccolato vi è la sua azione anti-ossidante da attribuire principalmente al suo alto contenuto di flavonoidi.

Cioccolato terapia

Diverse ricerche sperimentare condotte a livello internazionale hanno confermato che il cioccolato fa bene al cuore: una ricerca svedese condotta su più di 30.000 donne ha dimostrato che chi mangia cioccolato fondente una o due volta alla settimana è meno esposta a sviluppare problemi a livello cardiaco; a parte questa azione al cioccolato è possibile attribuire anche una certa influenza benefica nei confronti della pressione alta,  che può essere abbassata mangiando un pezzo di cioccolato puro al giorno, questo comporterebbe a sua volta una riduzione del rischio di sviluppare infarto.

Fa bene al cervello in quanto favorisce il corretto funzionamento e, da non sottovalutare…

Da altri studi sperimentali è stato evidenziato che il cioccolato fondente fa bene al cervello in quanto ne favorisce il corretto funzionamento e la sua attività, contrastando la demenza: il cioccolato manterrebbe quindi il cervello lucido. Non va trascurato poi il potere afrodisiaco del cioccolato che a quanto pare aumenterebbe la libido grazie alla presenza della feniletilamina, una sostanza prodotta a livello cerebrale, che di solito viene sintetizzata durante l’innamoramento ma anche quando il soggetto prova una forte attrazione fisica nei confronti di un individuo, in ogni modo si raccomanda di non esagerare con la quantità.