Rain Dove, la modella androgina esclusa da Victoria’s Secret

Clarissa Cusimano

Rain Dove, la modella ventiseienne dal volto androgino non ci sta e si batte contro gli stereotipi di Victoria’s Secret che proclamano le donne iper femminili e con la chioma fluente

Rain Dove, la modella androgina di successo, apparsa su Vogue, W, Elle e Marie Claire, rende noto il fallimento riscontrato quando si è presentata alla porta di Victoria’s Secret

rain doveRain Dove ha soltanto 26 anni, ma ha le idee ben chiare. Ha un viso androgino, cioè che ricorda più i lineamenti maschili che quelli femminili, e i capelli corti, ma nonostante ciò vuole fare la modella e vorrebbe far parte del cast di Victoria’s Secret.

Rain Dove è sicuramente una modella che non passa inosservata, e proprio per questo si è fatta notare sui social ed è riuscita a racimolare sui suoi profili ufficiali migliaia di fan che ogni giorno la spronano a non darsi per vinta e a tentare le strade dell’alta moda. Rain Dove è già apparsa su Vogue, W, Elle, Marie Claire, ma non si arrende e desidera far parte di Victoria’s Secret.

Rain Dove ha caricato sul suo profilo Instagram varie foto di lei con il seno di fuori in abiti maschili, in intimo mentre indossa dei boxer da uomo, con vari tagli di capelli che mostrino come sia sempre la stessa donna incredibilmente hot, a detta di alcuni, sia rasata che con le extension.

Rain Dove ha dichiarato: “Nessuna modella di Victoria’s Secret ha i capelli corti. Per loro sarebbe troppo. Ma voglio che le persone sappiano che ci sono più tipi di bellezza e che esistono vari modi di essere affascinanti. Ogni anno Victoria’s Secret promuove il suo show affermando di mostrare le donne più belle del mondo. Ma ho vissuto sulla mia pelle quello che le persone giudicano ‘bello’, e non sono io. Non è la maggior parte delle persone. Spesso si ha una visione limitata e piccola della bellezza, che deve essere cambiata. Agli stilisti e ai pubblicitari piace il mio seno, la linea del mio corpo, le mie gambe lunghe e il mio collo. Ma poi storcono il naso quando guadano il mio viso. Però il volto della bellezza ha bisogno di cambiare. E’ un cambiamento che inizia da noi, dal modo in cui pensiamo al concetto di bellezza”.