Piante officinali per l’intestino pigro: Finocchietto, malva e liquirizia

Caterina Stabile

Piante officinali per l'intestino pigro: Finocchietto, malva e liquirizia

La fase digestiva può apparire alquanto laboriosa e fastidiosa se si soffre di intestino pigro che può portare ad una conseguenza diretta: la stitichezza.

Per equilibrare il processo digestivo stimolando l’attività intestinale è necessario mangiar sano ed in maniera bilanciata, per cui tra i primi accorgimenti da mettere in atto bisogna adottare una dieta incentrata su un maggior apporto di fibre, solubili ed insolubili.

Tante fibre vegetali

Per ottenere una quota regolare di fibre vegetali bisogna privilegiare frutta, verdura,  cereali integrali mentre andrebbero evitati alimenti che tendono a rallentare il transito intestinale quali: salumi, insaccati, carne rossa, zucchero bianco, dolci, formaggi stagionati, latticini, bevande alcoliche e gassate. Per favorire poi la regolarità intestinale è opportuno bere grandi quantità di acqua, necessarie quando si adotta un regime alimentare ricco di fibre che tendono ad assorbire un’alta concentrazione di acqua.

Fibre per l'intestino pigro

Rimediamo con le piante officinali

È possibile poi intervenire in caso di intestino pigro ricorrendo ad alcuni rimedi naturali che cercano di favorire una fase digestiva più fluida. Tra i rimedi più utili si consigliano diverse tisane ed infusi a base di piante officinali e tra i rimedi più efficaci si suggerisce il finocchietto, indicato come un preparato fitoterapico alquanto valido in caso di disturbi che interessano il tratto intestinale in quanto è un digestivo naturale, ma allo stesso tempo agisce contro il gonfiore addominale. Un altro alleato naturale dell’intestino è la malva che attiva una flebile azione di tipo lassativa per cui contrasta la costipazione. Anche la liquirizia, o meglio la sua radice secca, è un valido rimedio, si consiglia quindi di bere un suo infuso per rendere più fluida l’attività intestinale. Un altro valido rimedio contro la stipsi è l’aloe vera, da assumere come succo, questa pianta è ricca infatti di fibre e di principi attivi in grado di favorire una naturale disinfezione del tratto intestinale, inoltre è composta da antrachinoni, delle sostanze che promuovono un’azione lassativa stimolando la peristalsi intestinale.