La damigella d’onore: regole di bon ton

Caterina Stabile
abiti-damigella-d'onore-pronovias, abito da cerimonia 2013

Abiti Pronovias

La damigella d’onore: regole di bon ton. La figura della damigella d’onore  è un’usanza del mondo anglosassone, e svolge un ruolo decisivo non solo durante la giornata del matrimonio ma anche nel corso di tutti i preparativi. Di solito si sceglie la migliore amica nella veste di damigella ed il suo compito consisterà nell’accompagnare e sostenere la sposa nel tragitto che la porterà all’altare. Anche in Italia, di recente, si sta affermando la figura della damigella d’onore anche se non appartiene alla nostra cultura, che prevede in ogni matrimonio tradizionale la presenza dei testimoni per lo sposo e per la sposa. Il dovere principale di una damigella d’onore è quindi quello di accompagnare la sposa, rimanendole sempre a fianco e aiutandola in tutto. Si può scegliere una sola damigella d’onore fino ad un massimo di otto, le regole di bon ton inglesi in merito al loro incarico durante la celebrazione del rito sono bene precise: se sono meno di tre aprono il corteo nuziale ed entrano in fila una per una, se sono pari procederanno a coppia verso l’altare aprendo la navata alla sposa, se sono dispari una da sola apre il corteo prima della sposa e le altre la seguono in coppia.

Le regole di bon ton interessano anche l’argomento abito, infatti vengono sconsigliati abiti troppo audaci ed un trucco troppo pesante, un long dress è più adatto per ricevimenti serali ma è da escludere per il giorno; inoltre si suggerisce di optare per le tonalità pastello per le cerimonie in primavera o in estate, sono rigorosamente vietati il nero ed il bianco. Tra i possibili look da damigella sono ammessi: pantaloni larghi, un abito lounguette o un tubino, prestando particolare attenzione alla scelta degli accessori.

Gallerie Foto