Cafeweb.it

Sviluppo celebrare dei bambini: la centralità della presenza materna

Donare affetto ai figli nei primi anni di vita apporta una serie di benefici che si esplicano con lo stesso sviluppo celebrare del bambino, in particolare le cure materne assumono grande centralità per lo sviluppo della personalità dei bambini come evidenziato dai dati raccolti da un gruppo di ricercatori della Washington University.

Lo studio coordinato dallo psichiatra Joan Luby ha preso in esame un campione di 127 bambini di età scolare, i quali sono stati seguiti nel lungo periodo con costanza, attraverso l’acquisizione di videoregistrazioni che hanno raccolto i metodi adottati dalle mamme per prendersi cura dei propri figli.

L’esame delle strategie di accudimento messe in atto delle madri nei confronti dei piccoli partecipanti ha evidenziato che i bambini che potevano contare su una madre affettuosa e molto presente nell’età prescolare dei figli, avevano un ippocampo più sviluppato rispetto ai coetanei con madri meno amorevoli e presenti. L’ippocampo è una parte del cervello con sede nella zona mediale di ciascun lobo temporale, dove si concentrano funzioni importanti quali: memoria a lungo termine, apprendimento, capacità spaziale, controllo delle emozioni, gestione dello stress. Il team di studiosi della Washington University nel corso della ricerca ha posto l’attenzione sull’influenza che può giocare nel futuro la presenza ed il supporto materno, evidenziando come la relazione tra genitore e figlio nei primi anni di vita sia fondamentale per favorire lo sviluppo dell’ippocampo.

La crescita delle dimensioni di questa area del cervello nei più piccoli, soggetti ad un maggiore accudimento da parte della madre, si esplica attraverso l’identificazione di importanti effetti che si ripercuotono a livello emotivo, cognitivo ed intellettivo. Risulta fondamentale donare amore e supporto nel periodo prescolare in quanto in questa fase dello sviluppo il cervello dei bambini ha maggiore plasticità e può quindi venir plasmato dalle esperienze e dalle relazioni vissute nelle prime fasi di vita.